Alta Langa Brut riserva 2011 Gabriele Scaglione

Denominazione: Alta Langa Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
9


Da filo piemontardo dichiarato, nebbiolo e Barolo-dipendente quale sono, non ho mai nascosto di guardare con simpatia, fin dal suo nascere, dapprima come Doc, nel 2002, poi come Docg, nel 2011 l’Alta Langa, la denominazione piemontese relativa ai metodo classico espressione di vigne poste ad almeno 250 metri sul livello del mare, nella zona collinare a destra del fiume Tanaro in ben 146 comuni delle provincie di Alessandria, Asti e Cuneo.

Lascia un commento Leggi tutto

KK Dosaggio Zero Rosé Kante

Denominazione:
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
9.5


Uno dei migliori rosé metodo classico italiani, non c’è dubbio!

A volte mi sento come un piccolo Parsifal. Anch’io, nel mio piccolo, vado alla ricerca del Santo Graal. Che non è una coppa, o una pietra purissima, o un libro sapienziale, o quella cosa magica al centro del capolavoro di Wagner, e di svariate opere della letteratura e persino del cinema, si pensi allo stupendo Excalibur di John Boorman che ho visto innumerevoli volte, ma, molto più semplicemente della ricerca di esemplari fiammeggianti di una tipologia di vino che particolarmente mi intriga e affascina.

Lo faccio da sempre e basta consultare questo blog per vedere quanti articoli le abbia dedicato, e lo sto facendo ora con particolare attenzione in funzione di una degustazione che terrò in quel di Verona (cosa si svolge a Verona in quei giorni? Boh…) lunedì 16 aprile. Un tasting, diciamola all’inglese, visto che coinvolgerà anche una Master of wine, che voglio possa presentare ai nastri di partenza la crème de la crème del metodo classico italico (a denominazione d’origine e non) in rosa…

2 commenti Leggi tutto

Clamoroso ad Erbusco: arriva l’Erbamat, salvatore dei franciacortini destini!

C’è sempre una stampa disposta a credere che siano le cicogne a portare i bambini…

Mi ero ripromesso in questo nuovo anno di non dedicare spazio alla zona spumantistica bresciana se non scrivendo esclusivamente delle aziende meritevoli di attenzione non per la loro capacità di fare marketing e di intrattenere pubbliche relazioni o di flirtare con il mondo della moda, ma esclusivamente per l’autenticità del loro lavoro e per la qualità dei loro metodo classico…

Ho resistito 15 giorni, ma una notizia scoperta stasera attraverso Twitter mi ha indotto a rompere il silenzio e a venir meno al mio impegno. Merito esclusivo di una rivista on line, MilanoPlatinum.com, dotata di una redazione “composta di giornalisti, redattori, autori che producono ogni giorno articoli inerenti il mondo del lusso e dell’eccellenza meneghina in tutte le sue sfaccettature e declinazioni”.

3 commenti Leggi tutto

Come sono andate le expéditions de Champagne nel 2017?

Superati i 5 miliardi di euro in valore e 312 milioni di bottiglie in volume

Non si sa ancora niente di sicuro sull’andamento delle expéditions de Champagne nel 2017 e dai quartieri generali del Comité Champagne non trapela alcuna notizia e bisognerà attendere prevedibilmente sino a fine febbraio per avere i dati ufficiali. Basta però darsi un po’ da fare per ricavare, come sono solito fare da anni, qualche anticipazione e qualche previsione.

Non senza ricordare, prima, che quella 2017 è stata un’annata difficile dal punto di vista climatico e della vendemmia in Champagne, con una raccolta 2017 inferiore alle attese, con la conseguente necessità di fare ricorso ai vins de réserve (gli stock rappresentano circa 1.200.000 bottiglie, ovvero tre annate e mezza di vendite), soprattutto per soddisfare la richiesta delle 380 maisons de négoce qui assicurano il 71,7 % delle expéditions de champagne.

4 commenti Leggi tutto

Champagne Brut Rosé Cattier

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
8


Indubbiamente buono, ma un po’ troppo “piacione”…

Torno ad occuparmi di una cuvée della Maison  Cattier, dopo l’articolo del 10 dicembre dedicato alle due Cuvée Brut Antique Premier Cru e Brut Absolu, (del Blanc de Noir scrissi nel 2013) per segnalarvi con piacere, con un entusiasmo moderato (siamo a livelli di buono, non di straordinario) il Brut Rosé della Maison, familiare e indipendente, che produce circa un milione di bottiglie il 60% delle quali esportate in 70 Paesi diversi.

La Maison Cattier è situata a Chigny les Roses, villaggio nel cuore della Champagne più antica, tra Reims ed Epernay e controlla33 ettari di vigneto posti in villaggi quali Chigny-les-Roses, Rilly-la-Montagne, Ludes, coltivati secondo i principi della viticoltura ragionata eco compatibile, per preservare l’ambiente ed il terroir.

Anche nel caso di questo Rosé, una cuvée formata per il 90% da Pinot Noir e 10% di Chardonnay, le uve provengono esclusivamente da vigneti classificati Premier Cru ed il vino (la data di dégorgement non viene riportata e né in retro etichetta né sul sito Internet aziendale si capisce quale sia il periodo di affinamento sui lieviti, sicuramente non inferiore a 36 mesi, oso pensare) è dosato con 8 grammi zucchero.

Un vino dal rapporto prezzo-qualità interessante, intorno ai 35 euro, e va segnalato una simpatica iniziativa messa in atto dalla Maison per gli abitanti di Parigi: un servizio speciale denominato “freschi a casa” che ti fa arrivare la/le cuvée che preferisci in un’ora a casa nella fascia oraria tra le 12 e le 22, anche la domenica.

Dicevo che ho trovato buono, ma non entusiasmante, questo Rosé, forse perché l’ho bevuto in un periodo in cui ho degustato/bevuto una serie di Champagne Rosé comprendente: Rosé 2012 Deutz, Bollinger Rosé 2006, Charles Heidsieck Rosé 2006, Palmer Rosé Réserve, Lanson Rosé, i due Rosé di Laurent-Perrier e l’Amour de Deutz Rosé 2007, il Brut Rosé di H. Goutorbe, di cui ho scritto di recente.  Ed il confronto é stato impietoso…

Lascia un commento Leggi tutto

Alto Adige Athesis Brut Rosé 2014 Kettmeir

Denominazione: Alto Adige Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
8.5


In genere quando mi arriva un comunicato stampa che mi racconta degli exploit, concorsi, premi, medaglie, ottenuti da un vino, che sia fermo o con le bollicine poco conta, nove su dieci la destinazione è il cestino. Non sono uno di quegli “eno-cronisti”, ne conosco svariati, che riempiono pagine o blog con i comunicati, i vini sono solito assaggiarli, prima di scriverne e dei vari riconoscimenti francamente me ne…

Quando però ho letto che il “blend di Pinot Nero e Chardonnay” che aveva “sbaragliato una nutrita concorrenza fatta di Champagne francesi e di “bollicine” internazionali” (e meno male che gli Champagne erano francesi e non sudafricani, cileni o argentini…), era un vino che altre volte avevo assaggiato e la cui azienda produttrice gode della mia stima, parlo del Rosé Brut Athesis Alto Adige DOC della Kettmeir, premiato in un Challenge internazionale che “ha messo a confronto oltre 150 spumanti Metodo Classico provenienti da dodici Nazioni e da tutte le principali Regioni vinicole italiane” per la sua annata 2014, ho pensato che valesse la pena riassaggiarlo.

E così difatti ho fatto, grazie alla disponibilità dell’ufficio stampa della grande azienda nella cui orbita figura, proprio come nel caso della franciacortina Cà del Bosco, la Kettmeir.

Lascia un commento Leggi tutto

Uno Champagne veramente esplosivo…

Altro che tappo nell’occhio, a volte sono le bottiglie ad essere deflagranti!

Ultimamente sto bevendo degli Champagne strepitosi, ultimo della serie il fantastico Rosé Réserve di Palmer che una volta stappato si é volatilizzato, tanto buono che era, in un batter d’occhio. E di bicchieri…. Un portento, una vera meraviglia…

Però devo fare attenzione e non farmi prendere troppo dall’entusiasmo e a non definire addirittura “esplosiva” una cuvée mentre la descrivo.

Lascia un commento Leggi tutto

Comolli puntalizza sul fenomeno “spumanti italiani” e Prosecco

Utili ed interessanti precisazioni di un vero conoscitore dell’universo bollicine

A seguito della pubblicazione del mio recente articolo che riprendeva la stima elaborata dall’Osservatorio statistico economico Ovse su mercati e consumi vini spumanti e dal Ceves, centro studi ricerca vite-vini alla Cattolica di Piacenza, ho ricevuto da chi l’ha elaborata, ovvero da Giampietro Comolli, primo e insuperato direttore del Consorzio Franciacorta, quando la zona spumantistica bresciana era un sogno e una cosa seria, uomo di larghissima esperienza e capacità nel mondo del vino) e attuale direttore di Bubble’s, alcune interessantissime riflessioni sul fenomeno “spumanti italiani”, contenenti anche alcune spiegazioni circa le forzature ed i limiti del comunicato Ansa che aveva ripreso, in estrema sintesi, la stima dell’Ovse.

Penso che essendo opera di un grande esperto e conoscitore del mondo spumantistico italiano e non come Comolli, si tratti di valutazioni che possono essere di grande significato anche per i lettori di Lemillebolleblog. Buona lettura!

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Rosé Henry Goutorbe

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Mi è recentemente capitato di bere nuovamente, a diversi anni di distanza, uno Champagne Brut Rosé, quello di Henry Goutorbe, che mi aveva molto favorevolmente colpito all’epoca in cui lo degustai e ne scrissi, qui, su questo blog, cinque anni fa.

Non ho molto da aggiungere a quell’articolo, che iniziava con un “pistolotto” introduttivo sulla classification dei crus di Champagne che ritengo ancora utile e alla quale vi rimando, e da Aÿ, Grand Cru di Champagne, uno dei più grandi villages di questa mitica AOC arriva l’ottimo Rosé di questa “entreprise familiale” nata a seguito di una lunga attività precedente prima di responsabili dei vigneti presso PerrierJouët, quindi di vivaisti, anzi di “pépiniériste viticole” fondatore delle Pépinières Viticoles Goutorbe.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Nature Dosage Zéro Mondet

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot Meunier, Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
9


Continuo anche oggi, mi pare che la mia idea, lanciata ieri con questo articolo, non vi dispiaccia, la mia proposta di Champagne che per berli non sia necessariamente indispensabile svenarsi. Champagne di ottimo rapporto qualità prezzo, che addirittura costano meno (e sono più buoni) di svariati metodo classico italiani, trentini e bresciani soprattutto, proposti da aziende tricolori che forse si sono montate un po’ troppo la testa…

Devo ringraziare pubblicamente un’amica di Facebook, la spagnola Lola Gomar, Valenciana in Castel San Pietro, amica della patronne, Line Mondet, per aver fatto scoprire questa piccola Maison de Champagne, Mondet, creata nel 1926 da Jules Mondet e oggi forte di 11 ettari vitati situati sui terroirs di Cormoyeux e Romery, e una piccola parte a Passy Grigny, a poca distanza dall’Abbaye Dom Perignon d’Hautvillers.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Grand Cru Réserve Blanc de Blancs Sousa

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Innanzitutto buon 2018 a tutti. Auguriamoci che sia non solo un anno più sereno di quello che l’ha preceduto, meno luttuoso e violento, più ricco delle gratificazioni, morali ed economiche, che ognuno si merita (e dico questo senza sognarmi in alcun modo di tirare in ballo Karl Marx ed il suo celebre pensiero “Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni”) ma, tornando al tema di questo blog, che restano i vini con le “bollicine”, auguriamoci, io almeno me lo auguro caldamente, che sia ancora più ricco di Champagne.

A questo proposito qualche amico, dopo aver letto alcuni dei miei ultimi articoli dedicati a prestigiose ed esclusive (anche nel prezzo) cuvée de prestige en rosé, mi ha scritto chiedendomi se Lemillebolleblog voglia diventare il bubbles blog degli happy few che posso permettersi ogni cuvée tanto i dané (fatti magari non si sa come) non mancano di certo loro.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Amour de Deutz Rosé 2007 Deutz

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: più di 50 €

Giudizio:
10


Là, tout n’est qu’ordre et beauté, Luxe, calme et volupté…

Provate a lasciarvi andare, tentate di sospendere il corso del tempo, abbandonatevi al piacere puro delle emozioni, entrate nel reame dei sogni, lasciate che il vostro corpo abbandoni il gravame del proprio peso, e lieviti… Lasciatevi andare al flusso delle sensazioni e quando sentirete danzare sul vostro palato merletti in forma di finissime bollicine, quando coglierete una leggera carezza spumeggiante titillare il vostro palato e i vostri sensi, e un’armonia completa invadervi allora capirete di essere entrati in un’altra dimensione, in una dimensione magica.

Lascia un commento Leggi tutto

“Bollicine tricolori” record nei brindisi di Capodanno nel mondo

Le stime di Giampietro Comolli e dell’Osservatorio statistico economico Ovse

Non sono d’accordo quasi su nulla non sui numeri ma sulla “filosofia” di questo comunicato, che mette insieme capre e cavoli, metodo classico e Charmat/Martinotti nel nome della logica, rapido consumo, degli “spumanti”, o degli “spumanti italiani” o “spumante italiano” come lo si preferisca chiamare. Come se fosse una sola cosa sola e non, invece, un vago contenitore di cose tra loro profondamente diverse, che hanno in comune una cosa sola, le bollicine.

2 commenti Leggi tutto

Franciacorta Extra Brut Rosé Camossi

Denominazione: Franciacorta Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
9


Alura gnaro? Sarà mia posibel che ta continuet a scrif doma de Champagne e te se regordet pieu dei to amis bresà!

Una mail del genere, scritta da un anonimo bresciano (gli indigeni perdonino se il vernacolo non fosse perfetto. Non potevo correggere eventuali errori conoscendo a perfezione il francese, mica il bresciano..) mi è giunta subito dopo Natale. La traduco per siciliani e altoatesini: “allora ragazzo? Ma sarà mai possibile che continui a scrivere di Champagne e non ti ricordi più dei tuoi amici bresciani?”…

3 commenti Leggi tutto

Champagne Brut Nature Ultra Brut Laurent-Perrier

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot noir
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Qualche lettore mi ha scritto: bene, ci hai fatto sognare, hai fatto sognare tutti quelli che lo Champagne lo amano “in rosa” con il tuo articolo sulle due Cuvée Rosé di Laurent-Pellier, ma non potresti, rimanendo alla stessa Maison, le cui origini risalgono al lontano 1812, proporci qualcosa di altrettanto valido?

Detto fatto amici champagnisti miei, perché questo mi consente di completare un discorso avviato nell’articolo natalizio, quando ricordavo che il personaggio che ha caratterizzato larga parte della storia e dello sviluppo moderno della Maison, ovvero Bernard De Nonancourt, nel 1959 avviava la commercializzazione della prima cuvée de prestige non millesimata, la Grand Siècle, e nel 1981, precorrendo una tendenza che sarebbe venuta di moda trent’anni dopo, lanciò la cuvée Ultra Brut.

2 commenti Leggi tutto