Champagne Brut Rosé Cattier

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
8


Indubbiamente buono, ma un po’ troppo “piacione”…

Torno ad occuparmi di una cuvée della Maison  Cattier, dopo l’articolo del 10 dicembre dedicato alle due Cuvée Brut Antique Premier Cru e Brut Absolu, (del Blanc de Noir scrissi nel 2013) per segnalarvi con piacere, con un entusiasmo moderato (siamo a livelli di buono, non di straordinario) il Brut Rosé della Maison, familiare e indipendente, che produce circa un milione di bottiglie il 60% delle quali esportate in 70 Paesi diversi.

La Maison Cattier è situata a Chigny les Roses, villaggio nel cuore della Champagne più antica, tra Reims ed Epernay e controlla33 ettari di vigneto posti in villaggi quali Chigny-les-Roses, Rilly-la-Montagne, Ludes, coltivati secondo i principi della viticoltura ragionata eco compatibile, per preservare l’ambiente ed il terroir.

Anche nel caso di questo Rosé, una cuvée formata per il 90% da Pinot Noir e 10% di Chardonnay, le uve provengono esclusivamente da vigneti classificati Premier Cru ed il vino (la data di dégorgement non viene riportata e né in retro etichetta né sul sito Internet aziendale si capisce quale sia il periodo di affinamento sui lieviti, sicuramente non inferiore a 36 mesi, oso pensare) è dosato con 8 grammi zucchero.

Un vino dal rapporto prezzo-qualità interessante, intorno ai 35 euro, e va segnalato una simpatica iniziativa messa in atto dalla Maison per gli abitanti di Parigi: un servizio speciale denominato “freschi a casa” che ti fa arrivare la/le cuvée che preferisci in un’ora a casa nella fascia oraria tra le 12 e le 22, anche la domenica.

Dicevo che ho trovato buono, ma non entusiasmante, questo Rosé, forse perché l’ho bevuto in un periodo in cui ho degustato/bevuto una serie di Champagne Rosé comprendente: Rosé 2012 Deutz, Bollinger Rosé 2006, Charles Heidsieck Rosé 2006, Palmer Rosé Réserve, Lanson Rosé, i due Rosé di Laurent-Perrier e l’Amour de Deutz Rosé 2007, il Brut Rosé di H. Goutorbe, di cui ho scritto di recente.  Ed il confronto é stato impietoso…

Lascia un commento Leggi tutto

Alto Adige Athesis Brut Rosé 2014 Kettmeir

Denominazione: Alto Adige Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
8.5


In genere quando mi arriva un comunicato stampa che mi racconta degli exploit, concorsi, premi, medaglie, ottenuti da un vino, che sia fermo o con le bollicine poco conta, nove su dieci la destinazione è il cestino. Non sono uno di quegli “eno-cronisti”, ne conosco svariati, che riempiono pagine o blog con i comunicati, i vini sono solito assaggiarli, prima di scriverne e dei vari riconoscimenti francamente me ne…

Quando però ho letto che il “blend di Pinot Nero e Chardonnay” che aveva “sbaragliato una nutrita concorrenza fatta di Champagne francesi e di “bollicine” internazionali” (e meno male che gli Champagne erano francesi e non sudafricani, cileni o argentini…), era un vino che altre volte avevo assaggiato e la cui azienda produttrice gode della mia stima, parlo del Rosé Brut Athesis Alto Adige DOC della Kettmeir, premiato in un Challenge internazionale che “ha messo a confronto oltre 150 spumanti Metodo Classico provenienti da dodici Nazioni e da tutte le principali Regioni vinicole italiane” per la sua annata 2014, ho pensato che valesse la pena riassaggiarlo.

E così difatti ho fatto, grazie alla disponibilità dell’ufficio stampa della grande azienda nella cui orbita figura, proprio come nel caso della franciacortina Cà del Bosco, la Kettmeir.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Rosé Henry Goutorbe

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Mi è recentemente capitato di bere nuovamente, a diversi anni di distanza, uno Champagne Brut Rosé, quello di Henry Goutorbe, che mi aveva molto favorevolmente colpito all’epoca in cui lo degustai e ne scrissi, qui, su questo blog, cinque anni fa.

Non ho molto da aggiungere a quell’articolo, che iniziava con un “pistolotto” introduttivo sulla classification dei crus di Champagne che ritengo ancora utile e alla quale vi rimando, e da Aÿ, Grand Cru di Champagne, uno dei più grandi villages di questa mitica AOC arriva l’ottimo Rosé di questa “entreprise familiale” nata a seguito di una lunga attività precedente prima di responsabili dei vigneti presso PerrierJouët, quindi di vivaisti, anzi di “pépiniériste viticole” fondatore delle Pépinières Viticoles Goutorbe.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Nature Dosage Zéro Mondet

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot Meunier, Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
9


Continuo anche oggi, mi pare che la mia idea, lanciata ieri con questo articolo, non vi dispiaccia, la mia proposta di Champagne che per berli non sia necessariamente indispensabile svenarsi. Champagne di ottimo rapporto qualità prezzo, che addirittura costano meno (e sono più buoni) di svariati metodo classico italiani, trentini e bresciani soprattutto, proposti da aziende tricolori che forse si sono montate un po’ troppo la testa…

Devo ringraziare pubblicamente un’amica di Facebook, la spagnola Lola Gomar, Valenciana in Castel San Pietro, amica della patronne, Line Mondet, per aver fatto scoprire questa piccola Maison de Champagne, Mondet, creata nel 1926 da Jules Mondet e oggi forte di 11 ettari vitati situati sui terroirs di Cormoyeux e Romery, e una piccola parte a Passy Grigny, a poca distanza dall’Abbaye Dom Perignon d’Hautvillers.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Grand Cru Réserve Blanc de Blancs Sousa

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Innanzitutto buon 2018 a tutti. Auguriamoci che sia non solo un anno più sereno di quello che l’ha preceduto, meno luttuoso e violento, più ricco delle gratificazioni, morali ed economiche, che ognuno si merita (e dico questo senza sognarmi in alcun modo di tirare in ballo Karl Marx ed il suo celebre pensiero “Da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni”) ma, tornando al tema di questo blog, che restano i vini con le “bollicine”, auguriamoci, io almeno me lo auguro caldamente, che sia ancora più ricco di Champagne.

A questo proposito qualche amico, dopo aver letto alcuni dei miei ultimi articoli dedicati a prestigiose ed esclusive (anche nel prezzo) cuvée de prestige en rosé, mi ha scritto chiedendomi se Lemillebolleblog voglia diventare il bubbles blog degli happy few che posso permettersi ogni cuvée tanto i dané (fatti magari non si sa come) non mancano di certo loro.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Amour de Deutz Rosé 2007 Deutz

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: più di 50 €

Giudizio:
10


Là, tout n’est qu’ordre et beauté, Luxe, calme et volupté…

Provate a lasciarvi andare, tentate di sospendere il corso del tempo, abbandonatevi al piacere puro delle emozioni, entrate nel reame dei sogni, lasciate che il vostro corpo abbandoni il gravame del proprio peso, e lieviti… Lasciatevi andare al flusso delle sensazioni e quando sentirete danzare sul vostro palato merletti in forma di finissime bollicine, quando coglierete una leggera carezza spumeggiante titillare il vostro palato e i vostri sensi, e un’armonia completa invadervi allora capirete di essere entrati in un’altra dimensione, in una dimensione magica.

Lascia un commento Leggi tutto

Franciacorta Extra Brut Rosé Camossi

Denominazione: Franciacorta Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
9


Alura gnaro? Sarà mia posibel che ta continuet a scrif doma de Champagne e te se regordet pieu dei to amis bresà!

Una mail del genere, scritta da un anonimo bresciano (gli indigeni perdonino se il vernacolo non fosse perfetto. Non potevo correggere eventuali errori conoscendo a perfezione il francese, mica il bresciano..) mi è giunta subito dopo Natale. La traduco per siciliani e altoatesini: “allora ragazzo? Ma sarà mai possibile che continui a scrivere di Champagne e non ti ricordi più dei tuoi amici bresciani?”…

3 commenti Leggi tutto

Champagne Brut Nature Ultra Brut Laurent-Perrier

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot noir
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Qualche lettore mi ha scritto: bene, ci hai fatto sognare, hai fatto sognare tutti quelli che lo Champagne lo amano “in rosa” con il tuo articolo sulle due Cuvée Rosé di Laurent-Pellier, ma non potresti, rimanendo alla stessa Maison, le cui origini risalgono al lontano 1812, proporci qualcosa di altrettanto valido?

Detto fatto amici champagnisti miei, perché questo mi consente di completare un discorso avviato nell’articolo natalizio, quando ricordavo che il personaggio che ha caratterizzato larga parte della storia e dello sviluppo moderno della Maison, ovvero Bernard De Nonancourt, nel 1959 avviava la commercializzazione della prima cuvée de prestige non millesimata, la Grand Siècle, e nel 1981, precorrendo una tendenza che sarebbe venuta di moda trent’anni dopo, lanciò la cuvée Ultra Brut.

2 commenti Leggi tutto

Le Champagne en Rosé: Cuvée Rosé e Grande Cuvée Alexandra 2004 Laurent-Perrier

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
9

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: più di 50 €

Giudizio:
10


Freschezza, finezza ed eleganza, ecco il segreto di un grande Rosé

Che cos’è un Rosé, un grande metodo classico, che si tratti di Champagne soprattutto, oppure di vini a denominazione d’origine italiani o Cava, o Rosé Sparkling wine (quest’anno a Londra ne ho degustati di strepitosi from New Zealand, Australia, Argentina, Portogallo e UK), è cosa semplice e complessa al tempo stesso.

Una sintesi di eleganza, fragranza aromatica, delicatezza carezzevole sul palato, soavità, che coinvolgono in un tutt’uno sia il naso che il palato. Che hanno il potere di farti entrare in una dimensione magica, in un’esperienza sensoriale completa di inebriante bellezza.

1 commento Leggi tutto

Champagne Brut Réserve Premier Cru Ecrin Cl. de la Chapelle

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Pinot Meunier, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
8.5


Per la serie uno Champagne al giorno leva il medico (e le zone spumantistiche italiane sopravvalutate) di torno, oggi ho voluto degustare, ed eccomi subito qui a parlarvene, uno di Champagne che mi è arrivato direttamente dalla Francia e che potete trovare in vendita sulla versione italiana dell’enoteca on line più diffusa in terra francese, ovvero Vinatis.

Ho voluto provare a vedere di che livello potesse essere uno Champagne di una Maison di cui non sapevo nulla (non certo una di quelle Maison che eccitano l’immaginario di ogni champagnista un po’ impallinato…) tra quelli presentati tra le offerte natalizie Champagne in sconto.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Vintage 2007 Paul Goerg

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot noir
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
9


Non aggiungerò molto, perché molto di più di questa Maison non avrei da dire, a quanto su Paul Goerg ho già scritto, con entusiasmo, in altri articoli già pubblicati su questo blog. Ci troviamo nella Côte des Blancs, che come forse perdino gli spumantisti bresciani sanno, è la patria dei più grandi Chardonnay della Champagne, e in un villaggio, Vertus,  classificato Premier Cru. Anzi, con 564 ettari di vigna, piantati per l’85% a Chardonnay, Vertus è il secondo più ampio villaggio della Champagne ed il maggiore del dipartimento della Marne.

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut Antique Premier Cru e Brut Absolu Cattier

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot Meunier,Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
8.5


Savoir faire, generosità e spiccata piacevolezza

Non si può certo definire Cattier come una delle Maison de Champagne più mediatiche in circolazione.  Non appartiene al novero delle Maison celeberrime e leggendarie, quelle, tipo Roederer o Taittinger, Pol Roger, Billecart-Salmon oppure quelle che fanno eccitare noi addetti ai lavori come Jacquesson, Deutz, Charles Heidsieck, Bruno Paillard, De Sousa, Krug, Palmer, Pannier, Aubry, Larmandier-Bernier, oppure quelle che fanno la gioia dei bollicino-impallinati quali Selosse, Salon, Bedel, Fleury, Beaufort e piccoli r.m. vari, soprattutto se biologici o biodinamici.

A Modena, alla strepitosa Champagne Experience di ottobre, questa Maison, che elabora e commercializza Champagne a proprio nome dal 1918, nonostante la famiglia fosse proprietaria di vigneti dal 1763 (domanda: cosa succedeva all’epoca nella zona spumantistica bresciana?) e nel 1951 si sia aggiudicata un cru prestigioso come il Clos de Moulin, che, come ha scritto qui l’ottima Vania Valentini, “2,20 ettari di lieu-dit classificato appunto Premier Cru, dal quale nascerà più tardi la cuvée de prestige della maison”.

2 commenti Leggi tutto

Champagne Blanc de Noirs Grand Cru Mailly

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir
Fascia di prezzo: da 25 € a 35 €

Giudizio:
9


Andiamo subito al sodo. Martedì sera, dopo aver scritto tutto il giorno, mi ha preso una gran voglia di bere Champagne. Mi succede abbastanza spesso di sentire questa necessità, di volermi togliere questo “sfizio” e non solo per motivi di lavoro, perché ci sono Maison e importatori che tenendo in considerazione la mia conoscenza di questo vino (merci!) e la mia confidenza con esso, mi inviano campioni da degustare perché ne scriva, ma perché l’esperienza dello Champagne, del confrontarsi con una delle innumerevoli letture che ogni vigneron o grande casa può dare di questo territorio unico e inimitabile, è davvero inebriante e magica.
E si rinnova, con inalterata emozione, ogni volta che si fa lentamente fuoriuscire il tappo dal collo della bottiglia… E si gode la musica sottile, delicata, del vino che scende, respirando, nel bicchiere…

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Extra Brut Blanc de Noirs Sous les Roses di Yann Alexandre

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Pinot meunier
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Che bella esperienza, entusiasmante, coinvolgente, anche se un po’ confusionaria, visto che in due giorni si sono contati fino a 3400 partecipanti, la prima edizione di Modena Champagne Expérience !

E come non dire bravi, bravissimi, a Lorenzo Righi e al Club Excellence, associazione che riunisce dodici tra i più grandi importatori e distributori italiani di vini d’eccellenza, tra cui Maison de Champagne, piccole e grandi, perdonando loro sbavature organizzative, forse una scelta della location non felice (che l’evento resti pure a Modena, ma urgono spazi più ampi), la scelta di un taglio che premia gli appassionati, accorsi massicciamente, anche da lontano (incontrate persone venute apposta dalla Puglia). E che penalizza operatori e addetti ai lavori, oltre che la stampa, che si sono trovati in condizioni non proprio ideali per poter dialogare con i vignerons presenti e degustare cum grano salis?

Lascia un commento Leggi tutto

Champagne Brut millésimé 2006 Charles Heidsieck

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot noir, Chardonnay
Fascia di prezzo: più di 50 €

Giudizio:
9.5


Non cercatene traccia sul sito Internet della nobile Maison, fondata nel 1851 dal personaggio di cui ancora porta il nome, Charles Heidsieck, anche se all’anagrafe di Reims dove fu registrato nel 1822, è registrato come Charles-Camille Heidsieck.

E non cercatene nemmeno sulle pagine Web del suo benemerito importatore, Philarmonica, società fondata da Guido Folonari, che oltre alla Maison de Champagne importa l’alsaziana Gustave Lorentz, la tedesca Robert Weil, l’austriaca Pichler-Krutzler e altre di Francia, States, Australia, Spagna. E che in una sezione blog pubblica un interessantissimo excursus sul gentiluomo imprenditore Charles Heidsieck e sulla sua avventura di champagnista di genio. Pioniere nel conquistare gli Stati Uniti alla causa dello Champagne.

1 commento Leggi tutto