Articoli con tag bubbles

E da lunedì, promesso, niente più polemiche: solo bollicine, come se piovesse!

Ancora polemiche Ziliani? mi ha scritto qualcuno di voi lamentandosi che invece di segnalarvi, con racconti, note di degustazione, cronache, consigli, bottiglie di “bollicine”, italiane e straniere, note e meno note, che a mio modesto avviso valga la pena di acquistare, bere, stappare (e magari qualcuna lasciare riposare in cantina, perché i grandi Champagne invecchiano […]

5 commenti Leggi tutto

Cresce l’export per gli English Sparkling wines nel 2016

Presenti ormai in 27 Paesi diversi Lo sappiamo già, ce ne siamo accorti diverse volte ormai, che i nostri amici inglesi, fedeli a quella forma di orgoglio patriottico che li contraddistingue, tengono moltissimo, tanto che tendono a sopravvalutarne gli effettivi pregi, le loro bollicine metodo classico. Quelle che loro chiamano English sparkling wine. Recentemente una […]

1 commento Leggi tutto

Ecco perché il Prosecco non potrà mai “tirare la volata” allo Champagne

Champagne loves Prosecco: solo un titolo ben riuscito Voglio tornare brevemente sulla nota, pubblicata mercoledì 20, dove esprimevo incredulità sul fatto che il mondo Champagne possa non avere paura, ma anzi “accogliere la crescita del Prosecco in terra britannica con piacere”, convinto che “grazie al boom delle bollicine venete, e più in generale di tutti […]

13 commenti Leggi tutto

Continua il grande successo delle “bollicine” in UK: nasce Fizz, the Sparkling Wine Show

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE Londra, 22 ottobre, Fishmonger’s Hall Nel Regno Unito, che nonostante la crisi economica in corso resta di gran lunga il primo mercato estero dello Champagne con 32 milioni e mezzo di pezzi (gli Stati Uniti, al secondo posto in classifica, si fermano a quota 17,7) quello degli sparkling wines, […]

1 commento Leggi tutto

Sparkling wines: United States tra tentazione dell’autarchia e voglia di spendere poco

Voglio dedicare questo corsivo a quegli amici responsabili o protagonisti nelle più importanti denominazioni d’origine del metodo classico italiano che si sono messi in testa “un’idea meravigliosa” (e a mio avviso di difficile realizzazione): fare degli Stati Uniti un mercato reale e non virtuale com’è attualmente (da quattro bottiglie in croce piazzate simbolicamente in ristoranti […]

5 commenti Leggi tutto