Articoli con tag degorgement

Franciacorta Pas Dosé Récemment dégorgé 2006 Cavalleri

Come era logico prevedere, i miei ultimi post, molto tranquilli, molto cronistici, molto ligi ad un mio personale senso del dovere, dove ho raccontato, da vecchio, inossidabile, convinto amico della Franciacorta e del Franciacorta Docg, che nonostante gli splendori non tutto va bene madama la marchesa nella zona vinicola bresciana, che ci sono delle contraddizioni, […]

16 commenti Leggi tutto

Franciacorta Riserva Pas Dosé QDE 2006 Il Mosnel

Ancora fantastico, integro, vivacissimo a tre anni dalla sboccatura! Non sono andato al Vinitaly, come avevo originariamente previsto, ormai l’ho raccontato in maniera dettagliata, anche rispondendo agli attacchi, non sempre intelligenti o onesti, che a causa del racconto di questa scelta mi sono arrivati. Però, anche restandomene a casa, ho ugualmente reso omaggio, a modo […]

Lascia un commento Leggi tutto

Cava Cuvée Manuel Raventos 2003 Raventos y blanc

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE Resto della mia idea, del resto già espressa recentemente in un articolo dedicato ad un altro ottimo vino di questa tipologia: gli italiani non dedicano l’attenzione che meritano ai Cava. Ai migliori Cava che a cercarli bene, alcuni sono addirittura distribuiti in Italia, non mancano. L’Italia invece si trova […]

3 commenti Leggi tutto

Affinamento ed evoluzione dei Franciacorta: il ruolo del dégorgement

Un’iniziativa di Derbusco Cives giovedì 30 maggio in cantina Ho già salutato più volte con soddisfazione su questo blog l’avvento in terra di Franciacorta di quest’azienda che ha subito esordito con un livello qualitativo elevato e proponendo un’idea alta e ambiziosa delle proprie “bollicine” ed ora che Derbusco Cives ha ultimato e inaugurato la propria […]

1 commento Leggi tutto

C’è vita, eccome, nei grandi Champagne dopo la sboccatura… Bruno Paillard insegna

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE Chi segue questo blog si sarà accorto come spesso abbia contestato alla Champagne e ai suoi responsabili a livello normativo e comunicazionale la scelta, a mio avviso sorprendente, di non rendere obbligatoria, come è invece accade da un paio di anni nella piccola e giovane realtà della Franciacorta, l’indicazione […]

4 commenti Leggi tutto

Champagne Brut Rosé 2008 Deutz: armonia in rosa

FOR THE ENGLISH VERSION READ HERE Ultimamente quando degusto, ma che dico, bevo un grande Champagne (e ultimamente grazie agli Dei e a Bacco mi sta capitando spesso) ho due diverse e ben distinte reazioni. Da un lato di ammirazione, perché molto spesso mi trovo dinnanzi ad autentici capolavori dell’arte enoica, inimitabili o quasi o […]

5 commenti Leggi tutto

Franciacorta Dosage Zero 2002 Cà del Bosco: fantastico anche a sei anni dalla sboccatura

Torno ad occuparmi su questo blog di un tema che appassiona molto e che credo interessi e appassioni tutti gli appassionati di metodo classico. Parlo del dégorgement o sboccatura, ultima fase delicata e cruciale della lavorazione di un “méthode champenoise”, quando vengono espulsi i lieviti residui ormai inerti e si determinano le caratteristiche del vino […]

1 commento Leggi tutto

La data di sboccatura è importante: per lo Champagne e non solo

Sul suo blog Dr. Vino il wine blogger, nonché professore universitario, statunitense Tyler Colman rivendica l’importanza della presenza della data del dégorgement (della sboccatura per dirla in italiano) sulle bottiglie di Champagne scrivendo che “Disgorgement dates are important”. Nel suo articolo ricorda che “after the jump, check out Champagne writer Peter Liem, who is pro-disgorgement […]

11 commenti Leggi tutto

Champagne cuvée Brut Réserve de L’Hommée 1er cru Roger Coulon

Ci tengo a dirlo subito, non prendete questo post dedicato ad uno Champagne, il secondo nel giro di pochi giorni, come una manifestazione di pentimento o peggio ancora un mea culpa, perché dopo aver segnalato uno Champagne carissimo e da happy few, il Nec Plus Ultra 1996 di Bruno Paillard, io debba farmi “perdonare” proponendo […]

5 commenti Leggi tutto

Champagne cuvée Brut Réserve de L'Hommée 1er cru Roger Coulon

Ci tengo a dirlo subito, non prendete questo post dedicato ad uno Champagne, il secondo nel giro di pochi giorni, come una manifestazione di pentimento o peggio ancora un mea culpa, perché dopo aver segnalato uno Champagne carissimo e da happy few, il Nec Plus Ultra 1996 di Bruno Paillard, io debba farmi “perdonare” proponendo […]

4 commenti Leggi tutto

Anche ad anni di distanza dalla sboccatura i Franciacorta sanno difendersi bene!

A proposito di una verticale di Franciacorta Diamant Pas Dosé millesimato Villa Ennesima conferma di un’evidenza che incontra un numero sempre maggiori consensi tra gli appassionati delle bollicine metodo classico. Non è affatto vero, non sta scritto da nessuna parte che un buon Franciacorta (ma lo stesso discorso vale esattamente anche per uno Champagne e […]

4 commenti Leggi tutto

Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi 2002 Cà del Bosco

Credo anch’io, come hanno espresso con assoluta chiarezza i lettori intervenuti sul tema lanciato dal blog Terra uomo cielo di Giovanni Arcari e poi ripreso dal sito Internet Gourmet di Angelo Peretti, che farebbe benissimo e si meriterebbe i nostri applausi convinti quel Consorzio o quell’associazione di produttori di metodo classico italiani che volesse mettersi […]

5 commenti Leggi tutto

TrentoDoc Extra Brut Riserva Lunelli 2002 Ferrari

Quale importanza riveste per il consumatore medio, l’indicazione presente sulla retroetichetta di uno Champagne o di un metodo classico a denominazione d’origine italiano, della data di sboccatura o “dégorgement” di un vino? L’indicazione dell’anno (qualcuno indica addirittura il mese) in cui è terminato il periodo cruciale della rifermentazione in bottiglia e sono stati espulsi i […]

2 commenti Leggi tutto