Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Discussioni

Ma dove sta scritto che la Franciacorta “sfiderebbe” la Champagne? Blog-discussioni

Pubblicato

il

Voleva essere un semplice post “traino”, l’invito a visitare questo nuovo blog, il post, che potere leggere qui, pubblicato sul mio ormai classico (quattro anni di storia) blog Vino al Vino.
Invece,  soprattutto grazie ad un interlocutore diciamo così un po’ “incontrollabile” e dalle convinzioni tutte sue, Gregorio, questo post è diventata una vivace discussione, anche se in qualche punto ha il carattere di un semplice batti e ribatti – Gregorio che le “spara” e io che cerco di richiamarlo all’evidenza, su una delle zone di produzione più classiche ormai, anche se con solo cinquant’anni di storia, del panorama variegato del metodo classico italiano, la Franciacorta.
E di fronte ad una “sparata” del genere lanciata da Gregorio, “a me pare che siano proprio i Franciacortini a voler “sfidare gli Champagne” visto che hanno cercato di copiare tutto a partire dai vitigni (ok ok hanno anche il pinot bianco….), al packaging, ai prezzi di certe supercuvée”, ho dovuto replicare e richiamare il mio interlocutore ai numeri, che parlano di dieci milioni di bottiglie circa per la Franciacorta e di oltre trecento milioni e rotti per la Champagne.

Ma dove sta scritto che la Franciacorta vorrebbe “sfidare” la Champagne, quando invece sono zone per storia, tradizioni, dimensioni, caratteristiche, del tutto diverse?
Una cosa è sicuramente simile tra queste due zone, l’ispirazione, che porta a scrivere sul sito Internet del Comité interprofessionnel du vin de Champagne che “rassemble les Vignerons et Maisons de Champagne”, ovvero comprende i vignaioli e le case produttrici di Champagne, e sul sito Internet del Consorzio Franciacorta, che “al Consorzio aderiscono le tre categorie professionali dei viticoltori, vinificatori e imbottigliatori che sono interessati alla filiera produttiva delle denominazioni Franciacorta Docg, Curtefranca Doc e Sebino Igt”.
Avrà da dire, il buon Gregorio, anche su questa innegabile similitudine?

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
52 Commenti

52 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy