Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Discussioni

Primi dati sull’export di Champagne nel 2011: alle viste una crescita inferiore alle aspettative

Pubblicato

il

L’ho già scritto su Vinix: bisognerà attendere sino alla fine di febbraio per i dati ufficiali e per capire se davvero il 2011 si dimostrerà un anno non eccezionale o quanto meno inferiore alle aspettative per lo Champagne.
Per capire se la quota finale di bottiglie vendute sarà più vicina ai 320 o ai 330 milioni che si pensava di raggiungere.
Qualche primo elemento di valutazione emerge e ad esempio sul blog francese Champagne un monde de bulles, si può leggere (qui) che le FEVS, la Fédération des exportateurs de vins et spiritueux, Federazione francese degli esportatori di vini e alcolici, nel presentare il proprio bilancio 2011, ha annunciato che insieme Champagne, Bordeaux, Cognac e Bourgogne assicurano un settanta per cento del valore totale esportato, con un incremento del 9% in valore e del 5% in volumi della Champagne.
La quale Champagne avrebbe spedito all’estero nel 2011 11,2 milioni di casse da 12 bottiglie, ovverosia 135,2 milioni di bottiglie, per un valore di 2,12 miliardi di euro.
Il che, tenendo conto dei dati che figurano sul sito Internet ufficiale del C.I.V.C., ed in particolare nella sezione economia, dati riferiti al 2010 che parlavano di un export nell’ordine di 134.514.530 milioni di bottiglie, anzi dicevano esattamente che “La Champagne a ainsi expédié 134,5 millions de bouteilles hors de France pour une valeur de 1,9 milliard d’euros”, la performance 2011 sarebbe tutt’altro che esaltante, con sole settecentomila bottiglie in più relative all’export per il 2011…
Ma attendiamo i dati ufficiali, per un ragionamento a bocce ferme.

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy