Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Discussioni

Franciacorta a 4 euro in vendita su Global wine & spirits. Urge attenta riflessione

Pubblicato

il

Trovo sempre interessante, per capire come vanno le cose del mondo del vino, soprattutto dal punto di vista commerciale, dare periodicamente un’occhiata alla sezione denominata “Spot market place” del sito Internet specializzato Global wine & spirits, che presenta, senza tante parole, e veramente è il caso di dirlo, in soldoni, la disponibilità e soprattutto il prezzo di quantitativi di vini che sono disponibili.
Vini che, ovviamente, non si vendono bene per i normali canali, che restano in cantina, e che ci si trova costretti a (s)vendere a prezzi di realizzo. Tanto per svuotare le cantine e portare a casa un po’ di soldi.
Per una mia personale forma di curiosità vado periodicamente a vedermi, essendomi rifiutato di allinearmi con i trionfalistici celebratori del successo inarrestabile del Prosecco (Doc e Docg), a quali prezzi siano disponibili quantitativi significativi dello spumante aromatico prodotto in Veneto e Friuli Venezia Giulia.
E anche oggi mi sono trovato dei prezzi non proprio entusiasmanti, centomila bottiglie di Prosecco Doc disponibili a 2,68 euro e ben 600 mila bottiglie di Prosecco Doc proposte a 3,24 euro, che non è poi una quotazione tanto male. Poi, girando e curiosando qua e la, mi sono trovato di fronte a qualcosa che francamente non mi sarei mai aspettato.
Mi sono imbattuto in metodo classico Docg, prodotti in quella zona che considero la punta di diamante (con alcune espressioni del Trentino) del panorama del “metodo champenoise” italiano, sto parlando della Franciacorta, proposti a prezzi da Prosecco.
Diecimila bottiglie di Franciacorta Brut a 3,90 euro, 13.000 bottiglie di Franciacorta Satèn a 4,40 euro, e poi, per inciso, anche 20.000 bottiglie di Terre di Franciacorta rosso, della stessa azienda che proponeva a basso prezzo Franciacorta Brut e Satèn, a 1,80 euro.

Ma la cosa più preoccupante, al di là del rammarico per i problemi che evidentemente sta incontrando l’azienda in oggetto, un azienda di antica storia, non l’ultima arrivata, è scoprire la disponibilità di 90.000 bottiglie a 6,60 euro, Franciacorta del 2007, proposte, questo si legge nell’inserzione di Global wine & spirits, così: “Most famous sparkling wine-Italy-brut-franciacorta”.
E allora mi sono detto che se troviamo dei Franciacorta Docg svenduti intorno ai 4 euro, 4 euro e mezzo, e viene assicurata, ad un prezzo che non può essere soddisfacente, la disponibilità a 6,60 di novantamila bottiglie dei più famosi Franciacorta Brut, allora c’è qualcosa che non va bene nella zona vinicola bresciana, che la crescita straordinaria, in termini di qualità, di numeri, di protagonisti, di immagine, sta producendo qualche imprevista e indesiderata contraddizione.
Sulla quale è bene riflettere per tempo, con urgenza, perché non si può pensare che da un punto di vista economico abbia un senso produrre metodo classico, lasciandoli almeno 18 mesi sui lieviti per poi svenderli a 4 euro…

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy