Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Discussioni

Spedizioni Champagne primo semestre 2012: continua la flessione sul 2011

Pubblicato

il

Da una notizia pubblicata in questi giorni sul blog francese Champagne un monde de bulles, relativa ai dati ufficiali delle spedizioni di Champagne nel primo semestre 2012, apprendiamo che continua la tendenza negativa dei consumi di Champagne già evidenziata nel primo trimestre.
Per il mese di giugno 2012 le statistiche indicano un volume di 20,9 milioni di bottiglie, in calo del 6,6% rispetto al giugno 2011. Anche a livello del primo semestre l’andamento del 2012 fa registrare una diminuzione del 6,6% rispetto al 2011 e le spedizioni si fermano a quota 111,4 milioni di bottiglie.
Ad essere più colpito è il mercato interno, la Francia, con un calo del 12,9%, le spedizioni nell’Unione europea sono sostanzialmente stabili mentre si registra un incremento del 4,7% nei Paesi terzi.
Il calo delle spedizioni colpisce maggiormente i vini prodotti dalle cooperative, in calo del 12%, mentre gli Champagne dei vignerons calano del 10,8% e quelli delle grandi Maison del 4,4%.
Vedremo se l’andamento del secondo semestre, con l’arrivo di mesi importanti come quelli che vanno da settembre a dicembre, riuscirà a risollevare le sorti dello Champagne o se quello del 2012 si rivelerà un anno più debole in quanto a risultati rispetto ai due che l’hanno preceduto…

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
5 Commenti

5 Commenti

  1. Luca Ferraro

    22/08/2012 at 08:30

    Quello che mi fa pensare è il calo vendite dei vignerons del 10,8% e quelli delle grandi Maison del 4,4%, più del 6% di differenza.
    Che le piccole aziende siano destinate ad una crisi nera?
    Luca

  2. Raffaele Pagano

    22/08/2012 at 09:08

    per le piccole Maison, probabilmente è l’incapacità di stare sul mercato, anche in termini di relazioni “elementari”.

  3. Zakk

    22/08/2012 at 22:17

    io credo che le grandi maison, in un periodo di crisi abbiano la forza di proporre promozioni e scontistiche che i piccoli non possono sostenere. Questa cosa permette di occupare spazio e, si sa che vino scaccia vino, per cui se ho approfittato della promo e ho riempito il magazzino, starò più moderato con l’RM di turno.

  4. Zakk

    22/08/2012 at 22:19

    Dimenticavo: esiste anche il calo dei consumi dato dalla crisi.

  5. Pingback: Champagne, spedizioni in aumento in agosto. Dati in controtendenza rispetto all’andamento del primo semestre | Il Prosecco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy