Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Degustazioni

Alta Langa Asterope 2006 Monte Oliveto di Casà

Pubblicato

il

Denominazione: Alta Langa Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Pinot nero, Chardonnay

Giudizio:
7


E’ stata una delle sorprese positive, ma che dico, una delle sorprese assolute questa bottiglia dal nome stellare nel corso della degustazione di Alta Langa che ho piacevolmente fatto lo scorso mese di ottobre.
Sorpresa per la qualità del vino e per l’azienda che francamente non conoscevo, Monte Oliveto di Casà, di cui ho appreso dal sito Internet trovarsi in Roero, essere proprietà della famiglia Mollo ed essere costituita da 15 ettari, sette dei quali, collocati a Monticello d’Alba, nel cuore del Roero.
Cuore della produzione il Roero Arneis, ma una gamma completata da Barbera d’Alba, Langhe Nebbiolo,  Moscato d’Asti, (c’è anche un Barolo, da vigne ovviamente non in Roero…), ma fa piacere rilevare come un’azienda sostanzialmente giovane ed in crescita, con progetti di sviluppo ancora pienamente da mettere a fuoco, abbia pensato di dedicarsi anche alla produzione di Alta Langa. Anche se in numeri (1500 le bottiglie) ancora molto confidenziali.
Caratterizzato, come gli altri vini aziendali, dal nome di una stella, l’Alta Langa Asterope (corpo celeste costituito da due stelle, 21 Tauri e 22 Tauri, che  fanno parte della costellazione delle Pleiadi. Nella mitologia invece Asterope é una delle sette figlie di Atlante e Pleione e sorella di Celaeno), nasce da una calibrata sintesi di uve Pinot nero (85%) e Chardonnay (15%) provenienti da un vigneto collinare posto a 250 metri di altezza su terreni calcareo-argillosi sabbiosi, vigneto con età variante tra i 12 ed i 15 anni. 48 i mesi di permanenza sui lieviti.

Queste le mie note di degustazione del millesimato 2006: colore di media intensità, un paglierino scarico brillante, buon perlage sottile e continuo, naso di buona fragranza, con definizione nitida di frutto, spiccato carattere agrumato, di fiori bianchi e pesca bianca di bella vivacità.
Al gusto molto equilibrato, con nerbo preciso, apprezzabile dinamismo, buon allungo e persistenza salata, si fa bere molto bene e chiude vivo giustamente appuntito ma non aggressivo e decisamente gustoso.

MonteOliveto di Casà
frazione Casà 1 Monticello d’Alba CN
tel. +39 333 1004647
e-mail infopoint@monteolivetodicasa.it
sito Internet http://www.monteolivetodicasa.it/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy