Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Degustazioni

Trento Doc Brut 2008 e Extra Brut riserva 2006 Pisoni

Pubblicato

il

Denominazione: Trento Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot nero

Giudizio:
8

Denominazione: Trento Doc
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot nero

Giudizio:
9


C’è poco da fare, una volta all’anno “mi tocca” scrivere bene dei Trento Doc dei Pisoni. Non sono mai stato nella loro cantina a Pergolese di Lasino, nella Valle dei Laghi, e non posso dire di conoscerli granché di persona essendomi limitato ad incontrarli di sfuggita in qualche occasione a Trento.
Eppure, mi basta avere uno o più dei loro vini inseriti in una delle periodiche degustazioni alla cieca di Trento Doc che faccio ogni anno, per vederli puntualmente emergere con elevati riscontri qualitativi e corrispondere pienamente al mio gusto e alle mie aspettative su come dev’essere un Trento metodo classico degno di questo nome.
Chi siano i Pisoni l’ho già scritto qui lo scorso anno: per generazioni allievi dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige, e proprietari di una delle più antiche e titolate distillerie del Trentino, sono state tra le prime realtà produttive ad intuire la speciale vocazione del Trentino alla produzione di metodo classico, contribuendo attivamente alla fondazione del primo “Consorzio Spumante Trento Classico” e ci tengono moltissimo a ricordare di essere produttori di Trento Doc.
I Pisoni operano, come ho detto, nella Valle dei Laghi, trasformando le uve provenienti da 12 ettari di vigneto posti parte nella piana delle Sarche (Pergolese, Cesura, Mas del Gobo e Le Part) e parte sulla collina di San Siro. Tutti con ottima esposizione solare essendo collocati a Sud-Sud/Est: i più vecchi allevati con la classica pergola trentina, i nuovi a spalliera, cordone speronato o guyot, su terreni con composizione calcareo-sabbiosa.
Va inoltre ricordato che sono stati tra i primi in Trentino a condurre nel vigneto la tecnica di produzione biologico-integrata per la salvaguardia dell’ambiente e per la genuinità del prodotto finale.
Due i Trento Doc dei Pisoni che ho degustato, il Brut 2008 e l’Extra Brut riserva 2006 ed entrambi mi hanno pienamente convinto senza esitazioni.
Il Brut, sintesi di uve Chardonnay (90%) e Pinot nero (10%), provenienti da vigneti posti da 150 a 400 metri di altezza, su terreni calcarei, alleati a pergola trentina semplice e guyot, riposa sui lieviti almeno 24 mesi, e ha un residuo zuccherino intorno agli 8 grammi litro.
Colore paglierino di media intensità e bella brillantezza, si fa subito notare per un naso molto sottile, elegante e sapido, con nitida definizione e un aroma composito con note di fiori bianchi, frutta bianca, agrumi, leggera crosta di pane, mandorla e nocciola non tostata, cioccolato bianco e alloro.
Bell’attacco in bocca, vivo e nervoso, incisivo, ricco di sapore, con una bella vena acida ben equilibrata e lunga, nota di mandorla, gusto largo e verticale piuttosto persistente e ricco con un finale molto ricco di sapore e di grande energia.
Non cambia di molto la formula dell’Extra Brut riserva (di cui ho degustato l’annata 2006), sempre 90% Chardonnay e 10% Pinot nero, ma una maturazione sui lieviti di almeno 36 mesi ed un residuo zuccherino lodevolmente contenuto in soli 4 grammi litro.
Grande brillantezza e vivacità di colore, un paglierino squillante e luminoso, con bel perlage fine e continuo e naso di bellissima freschezza e fragranza sin dal primo impatto, ricco, saldo ma vivo e salato, con agrumi in evidenza, una vena salata e minerale molto nitida note di fiori bianchi e pesca bianca e un tocco leggero di frutta esotica.
Attacco in bocca vibrante, nitido, incisivo e ricco di nerbo, con una bellissima acidità che dà energia e scatto al vino e conferisce una grande lunghezza e ricchezza di sapore, un bilanciato volume sul palato, fresco sul finale con una piacevole vena di mandorla non amara. Davvero molto buono: ai vertici della produzione dei Trento Doc. 

Azienda Agricola Fratelli Pisoni
Via San Siro 7 Pergolese di Lasino TN
tel. 0461 564106
e-mail info@pisoni.it
sito Internet http://www.pisoni.it/it/default.asp

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
1 Commento

1 Commento

  1. Antonini Manuel

    03/12/2012 at 22:03

    A Milano lo potete acquistare da 4SENSI via Canonica 9, oppure anche attraverso il sito internet http://www.4sensi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy