Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Giramenti di... bolle

Talento: a rieccolo!

Pubblicato

il

EtichettaTalento

Lo “spumante Talento” immarcescibile protagonista di una cena in luogo sconosciuto

Pensavate che il Talento, non il furgone Fiat, bensì quel nome (triste) che secondo i disegni dei suoi ideatori doveva designare il nome collettivo del metodo classico italiano, e si è risolto in un’operazione fallimentare dopo un tentativo inutile di riesumare e rianimare un cadavere, fosse definitivamente sepolto e che nessuna delle aziende che l’aveva utilizzato potesse pensare di rivendicarlo in etichetta?
Pensavate che dopo la rottamazione del Talento da parte del principale responsabile dell’operazione di riesumazione, pardon, ripescaggio, ovvero Rotari Mezzacorona, improvvisamente convertito alla causa del Trento Doc, anche se con qualche nostalgia, nessuno di Talento volesse più sentire parlare?

rotari-logo-talento

Errore, perché come apprendo da una mail che mi è arrivata, mercoledì 4 Dicembre 2013 alle ore 20 “Il Talento dello chef Matteo Iannaccone incontrerà quello dello spumante Talento”. Con un meraviglioso accento sulla parola spumante relativa a tre vini in degustazione prodotto da tre aziende con sede in Trentino, la regione dello “spumante di montagna”, alias Trento Doc. In una cena con degustazione con abbinamenti, dopo il Benvenuto dello Chef,

Polpo al salto con Verza e Limone Confit
Gamberi in pasta kadayif con salsa cocktail allo yogurt  e arancia
Risotto mantecato al Cavolfiore con ragù di Moscardini
Cannolo di Spada croccante al Tarallo con cime di rapa e salsa al nero di Seppia
Ricotta e Pera stile Le Chef

verranno serviti:

Equipe5 talento metodo classico riserva 36 mesi sui lieviti (80 chardonnay e 20 pinot nero)
Rotary Cuvee 28 talento metodo classico stesso uvaggio 28 mesi di invecchiamento
Tridentum talento metodo classico Cesarini Sforza medesimo uvaggio
Moscato di Pantelleria Isola del Vento di Terre dei Sesi

Nel caso vi interessasse la cosa ecco i dati per poter partecipare (anche se nella mail non viene indicato dove questa talentuosa cena si svolgerà: info@winevent.it tel. 3475613834

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

 

 

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
4 Commenti

4 Commenti

  1. salvatore landolfo

    29/11/2013 at 23:07

    Chiedo scusa per la “mancanza” il luogo dell’evento è il Ristorante Le Chef sito il via Marchesiello a P.Co Cerasole Caserta.

  2. Nicola

    01/12/2013 at 18:28

    Forse non ho capito bene, ma l’equipe5 dovrebbe essere della cantina di Soave che non ha sede in Trentino. Forse dal trentino provengono le uve con cui è fatto?

    • Franco Ziliani

      01/12/2013 at 19:15

      ha ragione, continuo a pensare all’Equipe 5 ad una cantina trentina, mentre invece é ora proprietà della grande Cantina di Soave e viene prodotto con uve non provenienti dal Trentino, ma dalla zona di Soave:)

  3. Cosimo Piovasco di Rondò

    03/12/2013 at 11:37

    Hai ragione Franco: Equipe5 è sinonimo di Trentino. Fu la magnifica avventura di cinque magnifici ragazzi trentini: Nello Letrari, Bepi Andreaus, Riccardo Zanetti, Pietro Tura e Ferdinando “Mario” Tonon. Erano gli anni Sessanta. In pochi anni si passò da poche migliaia di bottiglie a mezzo milione di bottigle. Poi, come capita sempre, ciascuno decise di fare la sua strada. E il marchio fece il giro dell’Italia del beverage: da Buton a Cinzano sino a Soave. Ma Equipe5 resta per tutti un marchio trentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy