Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Notizie

Metodo classico della Magna Grecia in degustazione oggi a Catanzaro

Pubblicato

il

MetodoclassicoMagnaGrecia

Annunciata per il 28 settembre e poi rinviata a dicembre, si svolgerà oggi in Calabria, in quel di Catanzaro, una manifestazione – vedete qui il programma – dedicata ai metodo classico, prodotti in terra calabrese da vitigni autoctoni. Vini prodotti dalle seguenti aziende: Ferrocinto, iGreco, Librandi, Santa Venere, Serracavallo, Statti.

Nelle intenzioni degli organizzatori la “manifestazione vuole sdoganare l’abitudine, insana, di consumare gli spumanti soltanto durante le occasioni speciali. Gli spumanti sono vini di alta qualità da consumare a tutto pasto e da abbinare tranquillamente, magari, alle eccellenze gastronomiche della nostra regione”.

La manifestazione si svolgerà a partire dalle 19,00 nel Palazzo del Duomo via XX Settembre 42 a Catanzaro e vedrà “le bollicine calabresi incontrare quelle del resto del mondo”. Per maggiori informazioni ecco i contatti.

Tutto positivo in questa manifestazione e lodevole il tentativo di fare squadra e presentare insieme i vini delle diverse aziende, presentati in modo suggestivo come “metodo classico della Magna Grecia”. Singolare che sia i vini calabresi sia i vini ospiti della degustazione vengano presentati riduttivamente, come “spumanti”, un termine generico che non esprime nulla e che accomuna sia vini prodotti con il metodo classico che il più veloce ed economico metodo Martinotti/Charmat, e che nella presentazione di alcuni metodo classico ospiti presenti in assaggio venga omesso di citare la loro denominazione d’origine.
spumantiCalabresi

Perché i due vini dell’Antica Fratta presenti sono Franciacorta Docg, lo Zero millesimato di Enrico Serafino un Alta Langa Docg, il Fongaro riserva Pas Dosé un Monte Lessini Durello Doc, il Tridentum Rosé di Cesarini Sforza un Trento Doc. Cose che gli organizzatori di questa manifestazione dovrebbero sapere…

Perché sarà anche semplice e diretto chiamare queste “bollicine” semplicemente “spumanti”, ma visto che dispongono di una denominazione apposita sarebbe più corretto, anche dal punto di vista didattico e della chiarezza della comunicazione, chiamarli con il loro nome…

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
12 Commenti

12 Commenti

Lascia un commento

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy