Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Degustazioni

Franciacorta Extra Brut 2007 Ferghettina

Pubblicato

il

Denominazione: Franciacorta Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot nero
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
9


FranciacortaExtraBrut2007Ferghettina

Non c’è niente da fare, mi viene automatico una volta l’anno scrivere molto bene di questa ormai molto importante azienda di Adro, che ha raggiunto la quota considerevolissima di circa 160 ettari vitati di proprietà distribuiti in nove comuni diversi e dalla produzione che viaggia sopra le 350.000 bottiglie, (300 mila di Franciacorta). Sto parlando della Ferghettina di Roberto Gatti, ormai affiancato dai figli Laura e Matteo, entrambi laureati in enologia.

E così come lo scorso anno avevo parlato benissimo dell’Extra Brut 2006 quest’anno, dimostrando io scarsa fantasia e loro una grande costanza qualitativa, mi ripeto sull’annata 2007 dello stesso vino. In questa edizione il Pinot nero è passato dal 20 al 25%, contro un 75% di Chardonnay, la sboccatura del vino da me degustato – a metà ottobre – è del luglio 2013, la produzione di 16 mila pezzi, ed i dati analitici parlano di 3,8 grammi di zucchero litro e di 6,2 di acidità.

TomStevenson-Franciacortatasting 076

Il resto, per la serie “squadra che vince non si cambia”, è rimasto uguale. Vinificazione separata di ogni frazione di vigneto e assemblaggio per la cuvée definitiva fatta in primavera e pratiche di vinificazione che prevedono che l’uva venga pressata con una pressa pneumatica a pressioni molto soffici. Durante la vinificazione vengono separati i mosti in due categorie: mosto fiore, che ha le caratteristiche migliori e viene utilizzato per la produzione di Franciacorta e mosto di seconda spremitura che non viene destinato all’imbottigliamento. La fermentazione alcolica viene svolta in vasche di acciaio a una temperatura controllata compresa tra 16 e18 °C. Nessuna parte dei vini utilizzati nella cuvée viene affinata in legno e l’affinamento, a seconda delle annate, arriva anche a 72 mesi.

Il risultato è un vino dalla piacevolezza contagiosa, di grande carattere e personalità. Colore paglierino pallido brillante molto fresco e luminoso, perlage sottile e continuo, naso vivo, assertivo, salato e nervoso, con bella vena minerale di mandorla e sale, note di agrumi, fiori bianchi, un leggero tocco di erbe aromatiche e pietra focaia di bella vivacità e dinamismo. In bocca ricco, pieno di energia, con bella tensione, bolla croccante non aggressiva, ottima pienezza di sapore e persistenza, grande piacevolezza acidità ben calibrata notevole finezza e finale in piedi e scattante.

Azienda Agricola Ferghettina
via Saline 11 25030 Adro BS
telefono 030-7451212
fax 030-7453528
e-mail info@ferghettina.it
sito Internet www.ferghettina.it

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

 

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
8 Commenti

8 Commenti

  1. Guggenheim

    16/12/2013 at 20:14

    Bevuto recentemente l’extra brut 06.
    Retrogusto classico da seconda spremitura franciacortina, amarognolo.
    Sorry non e’ nelle mie corde.
    Prosit

  2. Al

    18/12/2013 at 18:17

    Forse inavvertitamente ha replicato esattamente la descrizione delle tecniche di vinificazione dalla recensione del millesimo 2006. Non aveva argomenti? 😀

    • Franco Ziliani

      20/12/2013 at 11:26

      secondo lei, fenomeno, cosa dovevo fare, trattandosi dello stesso vino, diverso solo nel millesimo, se non riproporre, visto che non sono cambiate, le tecniche di vinificazione descritte nel primo articolo?
      Mi suggerisca lei, sapientone…

  3. Al

    20/12/2013 at 12:17

    Cosa deve fare? Sicuramente fare quello che fa, cioè usare una stupida descrizione da cartella stampa che compare su tutti i siti di vendita on line che trattano Ferghettina, sul sito dell’azienda, e per ben due volte qui, che altro dovremmo aspettarci? Una descrizione onesta e ben fatta di un vino?

  4. Al

    20/12/2013 at 12:32

    Vuole sapere cosa rispondere? Deve essere veramente in crisi creativa, scrivere è il suo mestiere. Comunque io risponderei scusandomi per aver tradito la fiducia dei suoi lettori. Però può anche continuare ad insultare chiunque le faccia una critica, è più adatto al suo stile.

    • Franco Ziliani

      20/12/2013 at 13:40

      scuse per cosa? E quale fiducia tradita? Ma lei ha bevuto troppo?
      Ho detto chiaramente che trattandosi dello stesso vino, cambiava solo l’annata, riprendevo le note tecniche. Il resto é completamente diverso, ho degustato il 2007 senza leggere cosa avevo scritto del 2006 e ho pubblicato le impressioni di quest’anno. Lei sta inutilmente provocando. Vada a rompere le scatole altrove, visto che lei qui interviene solo per provocare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy