Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Degustazioni

Metodo classico Brut 2004 Montellori

Pubblicato

il

Denominazione: Altre Bollicine
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay
Fascia di prezzo: da 20 € a 25 €

Giudizio:
8


Montellori2004

Quanti luoghi comuni e quante banalità si scrivono in materia di bollicine! Si blatera che i metodo classico italiani non hanno la longevità di quelli transalpini, che al di fuori delle zone di produzione canoniche, che sicuramente hanno potenzialità e caratteristiche peculiari e una possibilità di essere riconosciuti dovute anche al fatto di poter disporre di una denominazione specifica, non è possibile ottenere risultati qualitativi rilevanti.

Si dicono tante cose, ci si fanno delle idee, si obbedisce a degli schemi mentali, poi un giorno ci si imbatte in un metodo classico toscano, in un vino prodotto in provincia di Firenze, in una località, Fucecchio, che non è conosciuta per il vino, ma per aver dato i natali al più grande e libero giornalista italiano del Novecento, Indro Montanelli, e poi tutti questi ragionamenti, come già scrivevo la scorsa estate parlando del sorprendente Pas Dosé 2009, vanno letteralmente a remengo.

Perché non solo, nel caso del nuovo vino della Fattoria Montellori che ho assaggiato, il Brut 2004, ci si trova di fronte ad un metodo classico ben fatto, ma ad vino che regge meravigliosamente il tempo. Nella fattispecie dieci anni d’età.

Come nasca, in quale situazione e soprattutto dove, nel Montalbano, ovvero “le colline di Leonardo”, da un terreno sciolto ricco di silice e calcare, ricco di arenaria e pietre, caratteristica che garantisce ottima freschezza e mineralità al vino, posto a 500 metri di altezza, l’ho già raccontato.

Nonché il paziente lavoro di Giuseppe Nieri, raccontato dal figlio Alessandro, grande appassionato di vini bianchi e di Champagne in particolare, che iniziò con i primi esperimenti utilizzando le uve di una piccola vigna di Chardonnay che avevamo sulle colline di Cerreto Guidi e che poi si mise alla ricerca di un posto che avesse le caratteristiche climatiche necessarie e un’elevata acidità “per ottenere uno champenois dalla vita lunga e con quella mineralità che contraddistingue le migliori bottiglie”.

retroMontellori2004

Individuato nel luogo in cima al Montalbano il posto giusto nei primi anni Ottanta venne fatto lo scasso ed impiantato un vigneto di poco più di un ettaro con circa 10.000 piante di Chardonnay di vari cloni usati nello Champagne. L’impianto fu fatto a mezza pergola trentina in modo che l’uva maturasse all’ombra. Il risultato, eccellente, lo si ritrova in un vino che stappato a fine 2013 si dimostra in perfetta forma e ricco di fascino, dotato di una bevibilità, di una piacevolezza, di un equilibrio sorprendenti.

Colore paglierino oro intenso, perlage fine di buona persistenza, sprigiona un bouquet molto fitto, cremoso, caldo, con frutta gialla ben matura in evidenza, ananas, cera d’api, miele e una nitida vena petrosa abbinata a sfumature di frutta secca. La bocca è molto secca, decisa, rigorosa, di buona ampiezza e consistenza, per un gusto largo e vinoso, molto elegante e non aggressivo.

Fattoria Montellori
Via Pistoiese, 1
50054 Fucecchio (Fi)
Tel. 0571 260641
Fax 0571 242625
e-mail info@fattoriamontellori.it
sito Internet www.fattoriamontellori.it

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/ e il Cucchiaio d’argento!

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy