Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Champagne che passione!

Expéditions Champagne 2013: dati ancora più precisi relativi ai primi dieci mesi

Pubblicato

il

ExportChampagne

In attesa di poter avere, ma ci vorranno ancora un paio di mesetti, i dati definitivi sull’andamento delle expéditions de vins de Champagne nel 2013, facendo tesoro di un articolo apparso recentemente sulla stampa transalpina posso integrare il mio post pubblicato a fine dicembre.

Le più recenti stime fornite dal CIVC, riferite al mese di ottobre, indicano un volume mensile di 36,1 milioni di bottiglie, con un calo rispetto all’ottobre 2012 del 5,2. In ottobre i riferimenti sono stati tutti di segno negativo: Champagne delle grandi Maison – 0,8%, Champagne dei vignerons – 13,4%, Champagne delle cooperative – 21,5%. In calo del 10,1% le vendite nell’Unione Europea e del 4,2% in Francia e l’unica progressione, dello 0,7%, arriva dai Paesi terzi. Tutto questo porta ad una proiezione sulle spedizioni complessive del 2013 che segnerebbe un calo del 4,2%, con 302,5 milioni di bottiglie spedite, ovvero oltre sei milioni in meno.

Ragionando sui primi dieci mesi dell’anno 2013, sono state spedite 153,8 milioni di bottiglie, con un calo del 2,9% rispetto ai primi dieci mesi del 2012. La Francia cala del 6,1%, con un totale di 63 milioni di bottiglie, l’Unione Europea cala del 2,6% con un totale di 44,2 milioni di pezzi mentre progrediscono dell’1,6% i Paesi terzi, con 46,6 milioni di bottiglie.

Sempre su base primi dieci mesi del 2013 le cooperative hanno spedito 20,6 milioni di pezzi, con una crescita rispetto allo stesso periodo del 2012 dell’1,6%. Maison coopératives che vanno bene in Francia, con un aumento del 5,7% (11,7 milioni di pezzi), nei Paesi terzi, più 14,6% (un totale di 3,7 milioni), mentre calano decisamente le vendite nell’Unione Europea: meno 13,3% per un totale di 5,1 milioni di pezzi.

Calano le vendite, un 4,4%, degli Champagne dei vignerons, che si fermano a quota 40,4 milioni. Calo nel principale mercato, la Francia, del 5,3%, mentre vanno meglio le cose, un timido rialzo dell’1,3%, nell’Unione Europea (2,6 milioni)  e soprattutto nei Paesi terzi, con una crescita del 6,3%.

TappiChampagne

Globalmente nei primi dieci mesi del 2013 sono state spedite 214,8 milioni di bottiglie di Champagne, con un calo del 2,8%. A tirare la volata sono i Paesi terzi, che totalizzano un 24,4% equivalente a 52,4 milioni di bottiglie, mentre calano i due grandi mercati tradizionali, ovvero Francia, che comprende il 51,4% delle spedizioni, del 4,7% (110,4 milioni di pezzi), e Unione Europea (24,2% delle spedizioni) del 3,6%, con 52 milioni di bottiglie.

Ma alla fine resteranno sempre 300 milioni abbondanti di bottiglie, vendute bene, spesso a livelli di prezzo che i vari competitors con le “bollicine” se li possono sognare…

___________________________________________________________

Attenzione!
non dimenticate di leggere anche Vino al vino

http://www.vinoalvino.org/ e il Cucchiaio d’argento!

 

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy