Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Degustazioni

Franciacorta Dosaggio Zero Nihil Tenuta Ambrosini

Pubblicato

il

Denominazione: Franciacorta Docg
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot nero
Fascia di prezzo: da 10 € a 20 €

Giudizio:
7


NihilDosZero

A circa un anno di distanza dal mio articolo sul loro Franciacorta Satèn torno a parlare di quella piccola e agguerrita realtà produttiva che è la Tenuta Ambrosini di Cazzago San Martino, animata dalla famiglia stessa, dai tre fratelli Francesco, Mariuccia, Sergio e dal venticinquenne suo figlio Lorenzo, diplomato in agraria e appassionato cantiniere. L’azienda si avvale della consulenza dell’enologo Roberto Pepe.

Gli ettari vitati sono otto, sei ettari vitati intorno alla sede di Cazzago San Martino e altri due ettari in affitto nella zona di Monterotondo, e la produzione viaggia intorno alle 70 mila bottiglie, comprendendo oltre a due rossi fermi, non Curtefranca e ad un bianco base Chardonnay, sei tipologie di Franciacorta: Brut (cuvée di Chardonnay, Pinot nero, Pinot bianco), Millesimato (Chardonnay in purezza), Satèn, l’Extra Brut Santa Caterina (85% di Chardonnay con un 15% di Pinot nero), il Rosé (55% di Pinot nero e 45% di Chardonnay) e l’ultimo arrivato, da un paio d’anni, il Dosaggio Zero denominato Nihil, a sua volta una cuveè composta dall’85% di Chardonnay e 15% di Pinot nero.

Gli Ambrosini lo definiscono “un Franciacorta trasparente, allo stato puro” “nel quale l’assenza di alcun dosaggio fa così emergere tutte le peculiarità del terroir franciacortino”. Da un punto di vista puramente tecnico nulla di speciale da segnalare: raccolta manuale con selezione dei grappoli, pigiatura soffice in pressa pneumatica, fermentazione in acciaio a temperatura controllata, affinamento di sette mesi in acciaio e una permanenza sui lieviti di 24 mesi, per una produzione di 7000 esemplari.

Il recente assaggio di una bottiglia con sboccatura risalente all’autunno 2013 mi ha convinto ma non conquistato: colore paglierino intenso, perlage fine sottile e continuo, si propone con un naso complesso e molto particolare, speziato con un ricordo di zafferano, note di mela matura, di ginger e chinotto, di albicocca secca zafferano che torna in retrogusto. In bocca é molto fresco, simpatico, vivace, con una bolla non aggressiva, e un buon equilibrio, ma con una certa carenza di complessità e sviluppo e con un finale leggermente dolce che mi ha lasciato leggermente perplesso.

Da un Dosaggio zero lecito attendersi più carattere, una maggiore grinta e struttura.

Tenuta Ambrosini
via della Pace 60
Cazzago San Martino BS
tel. 030 7254850
e-mail info@tenutambrosini.it
sito Internet www.tenutamabrosini.it

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy