Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Discussioni

Una sommessa preghiera agli amici franciacortini: basta confronti con gli Champagne!

Pubblicato

il

logoconsorzio-franciacorta-300x181
Cari amici produttori di Franciacorta, posso chiedervi, a meno di tre mesi dalla fine di questo strano 2014, in avvio del periodo migliore per la vendita dei vostri metodo classico, di fare un proponimento?

Posso chiedervi, da amico ad amici, che non mi capiti più di leggere nel 2015, come mi è capitato ieri, un’intervista dove uno di voi, non importa quale, capita un po’ troppo spesso a molti di lasciarsi andare a simili dichiarazioni, finisca con lo sparare: “Oggi a XXX produciamo il YYYY, uno spumante che se la gioca alla pari con gli Champagne”.

Primo: voi producete Franciacorta, non spumanti generici, un prodotto che ha il grande pregio di presentare una identificazione nome zona – nome prodotto. E che rappresenta un territorio.

Secondo: la volete smettere di tirare in ballo gli Champagne, dicendo una volta che ve la giocate a pari con loro, un’altra che i vostri Franciacorta sono superiori ai méthode champenoise di Reims ed Epernay, un’altra chissà quale altra scempiaggine che chiama in causa i “cugini” francesi?

Champagne-cartina

La volete finire, una volta per tutte, di misurare la vostra corsa con quella di chi produce da secoli prima di voi, in altri terroir e latitudini, con altre uve (loro praticamente non usano il Pinot bianco e voi non avete il Pinot Meunier), altri climi e soprattutto altri numeri, trecento milioni e rotti di bottiglie contro i vostri 15 milioni.

Se così farete, nessuno escluso, darete via alla più clamorosa e trasparente (e assolutamente a costo zero) campagna di comunicazione, quella della verità, ovvero chiamarvi orgogliosamente Franciacorta e basta.

Gli Champagne beveteveli pure (quando sono buoni è una cosa che fa bene al cuore e alla mente), confrontateli, nel silenzio delle vostre cantine, senza nessun giornalista presente, con le vostre cuvée, traete le vostre conclusioni. Ma non nominateli, prego, come se non esistessero. Grazie per la comprensione.
_____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Vino al vino
www.vinoalvino.org
e il Cucchiaio d’argento!

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
29 Commenti

29 Commenti

Lascia un commento

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy