Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Notizie

La Grande Signora del vino non è più Amministratore Delegato della Fratelli Berlucchi

Pubblicato

il

PiaBerlucchi

Da tutti gli amici della e del Franciacorta un grazie immenso a Pia Donata Berlucchi

Il comunicato, laconico e quanto mai espressivo nella sua stringatezza, ufficializza quanto da tempo era nell’aria e quanti di noi che bazzichiamo, per lavoro o per piacere, quella bella zona vinicola bresciana che è la Franciacorta, già sapevamo. Come scrive l’Avvocato Marcello Berlucchi, presidente della piccola ma agguerrita “Maison” di Borgonato di Cortefranca, Pia Donata Berlucchi non è più amministratore delegato della Fratelli Berlucchi, avendo chiesto di essere “sollevata dall’incarico” anche in coincidenza con “importanti cariche nazionali assunte nelle organizzazioni enologiche”. Penso si faccia riferimento alla vice presidenza Onav, che ha ricevuto nel dicembre 2014, e alla sua presenza nel Consiglio nazionale. E forse al suo impegno nell’ambito del grande progetto denominato Consulta nazionale del vino italiano.

E’ nella logica delle cose che le aziende possano anche scegliere nuove strategie e nuovi collaboratori e responsabili di quell’elemento sempre più cruciale nella vita di un’azienda che è la parte commerciale. Pia Donata Berlucchi guidava la Fratelli Berlucchi dal lontano 1977 e dal 2003 al 2009 ha altresì guidato, in maniera impareggiabile, conferendo un’autentica svolta a questa entità, l’Associazione nazionale delle Donne del vino e quindi non c’è da stupirsi di questo “rinnovamento” (questo il termine esatto utilizzato nel comunicato) voluto dai fratelli Berlucchi.

Non sarò io, che non sono nessuno, a spendere una sola parola di commento su questa comunicazione, di cui mi limito, come tanti, a prendere atto.
PiaStop

Quello che intendo fare, visto che nel comunicato leggo solo un non proprio calorosissimo “doveroso ringraziamento per il lavoro svolto “, è ben più semplicemente esprimere un caldo, affettuoso, amicale GRAZIE a Pia Donata Berlucchi per quello che ha fatto, in questi anni, e per come l’ha fatto. Voglio ringraziarla, dal profondo del cuore, senza che mi faccia velo in alcun modo la nostra antica amicizia che risale al 1987, non solo per aver guidato con mano salda, fatto crescere e conoscere la sua azienda, facendole raggiungere livelli qualitativi importanti, ma per aver contribuito fortemente, in maniera decisiva, insieme ad un drappello di grandi donne e uomini del vino che sono stati attivi in questo territorio e l’hanno in qualche modo forgiato, a far conoscere la realtà della Franciacorta e delle sue bollicine in Italia e nel mondo.

Un grazie sincero per l’intelligenza, l’eleganza, la signorilità (dote rara oggi), la classe di cui ha dato prova, a piene mani, per il suo inconfondibile stile, in quasi 40 anni di guida solida, determinata, grintosa (com’è il suo carattere di ferro), che ha caratterizzato la Fratelli Berlucchi.

PiaDonataBerlucchi

Sono certo che anche nel suo impegno con Onav Pia Donata metterà in gioco tutta se stessa e lo farà nel suo modo unico ed inimitabile, ottenendo ottimi risultati.

Chisciottemulini

Ci tenevo però, e spero che siano in tanti a seguire il mio esempio (il Don Chisciotte che è in me sogna ingenuamente che in occasione delle prossime elezioni per la nomina del nuovo Presidente, il Consorzio Franciacorta pensi seriamente a nominare Pia Donata Presidente ad honorem o ad attribuirle quantomeno un’onorificenza che onorerebbe detto Consorzio più di quanto onorerebbe questa grande Signora del Vino…), a dirle pubblicamente grazie.

E chiudo esprimendo, cosa parimenti “doverosa”, i migliori auguri di ogni successo alle persone che nella Fratelli Berlucchi hanno raccolto il suo testimone e dovranno proseguire l’opera iniziata e condotta brillantemente da Pia Donata. Un impegno forte, da fare tremare i polsi, che spero tanto sappiano assolvere con pari efficacia…

Auguri Grande Signora del vino franciacortino, Vale!

Chopin Notturno op. 9 n°1

________________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Vino al vino
www.vinoalvino.org!

 

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
11 Commenti

11 Commenti

  1. Pingback: Vini rosati nazionali e francesi in degustazione sabato 17 a Mantova | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPAZIO PROMOZIONALE







I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy