Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Notizie

Lemillebolleblog rinnova il suo look, e si apre sempre di più al mondo

Pubblicato

il

Brillantemente superata la famigerata crisi del settimo anno, anzi, mai stato più in salute di ora (lo dicono i dati, oggettivi, di Google Analytics) questo blog bollicinaro, nato nel novembre 2010 (vi rivelerò un piccolo segreto, su suggerimento di un noto personaggio della zona spumantistica bresciana, che mi spinse a ragionare su un Vino al vino dedicato al mondo del metodo classico) Lemillebolleblog dopo 7 anni di onorato servizio cambia faccia.

Lo fa secondo lo stile che ha caratterizzato il cambio di look di Vino al vino, che ha incontrato, confesso che non lo avrei mai immaginato, esclusivamente consensi, in termini di web usability, di facilità di lettura, di accesso alle varie sezioni e agli articoli che compongono un archivio forte di qualcosa come 1500 articoli.

Non è solo questione di restyling o di look, perché a cambiare, come è stato per Vino al vino, sarà anche e soprattutto la parte tecnica dei miei blog, con i nuovi partner informatici che vi ho già presentato: giovani, entusiasti, e, cosa importante, perché una buona collaborazione nasce anche da un sentire comune e da una passione condivisa, conoscitori di vino, consumatori. Non dico la parola wine lover, né tantomeno wine influencer, altrimenti mi viene il nervoso…

I ragazzi, mica gente qualunque, specialisti e competenti, persone che si occupano di strategie e comunicazione digitale, sviluppo mobile, web, sistemi, architetture informatiche e altre cose ancora, si chiamano, in rigoroso ordine alfabetico, Francesco Gaglianone, Dario Pizzuto, Davide Scurria e mi hanno aiutato e mi aiuteranno ancora di più a valorizzare al meglio il potenziale e l’ampio bacino di utenza (anche internazionale) di questi blog e di un terzo che vedrà la luce speriamo per fine mese, lasciando a me l’esclusivo compito di scrivere. Tutto il resto lo scoprirete strada facendo.

Posso anticipare che questo blog bollicinoso, come già accaduto negli ultimi mesi, si occuperà sempre di più non solo dei migliori metodo classico italiani, di quelli, compresi nelle varie denominazioni Doc e Docg, oppure espressione di un lavoro condotto sulla tecnica della rifermentazione in bottiglia (che com’è noto prediligo al metodo italiano Martinotti o Charmat) con vitigni ed in zone non di tradizione o inusuali, ma di “bollicine”, bubbles, bulles, estere.

Il che non vuol dire, anche se il secolare e insuperabile modello resterà un universo privilegiato, solo Champagne, ma anche Cava (e io credo che per le  burbujas spagnole ci possa essere uno spazio più ampio delle attuali 400 mila bottiglie vendute in Italia) e, visto che mi piace tenere aperto un occhio sul mondo, sull’universo degli sparkling wines.

Quelli inglesi, da tenere d’occhio, ma ancor più quelli del Nuovo Mondo, australiani, neozelandesi, argentini, cileni, californiani, sudafricani, che stanno diventato competitor sempre più agguerriti. Tecnicamente e dal punto di vista del marketing.

Questo detto, la formula resterà la stessa che ha portato questo blog ad affermarsi: tante degustazioni, notizie, commenti, indiscrezioni, interviste, tutte scritte pensando come solo destinatario e fruitore quel personaggio fondamentale, irrinunciabile e centrale che è il lettore consumatore.

Spero che la nuova veste di Lemillebolleblog vi piaccia e chiedo cortesemente di segnalarmi via mail eventuali piccoli problemi o cose da perfezionare che doveste scoprire. Il trio Francesco Dario Davide è agguerritissimo, ma anche loro sono uomini e non macchine…

Non mi resta che augurarvi buona lettura e avanti con Lemillebolleblog, cin cin, prosit, santé,  toast, na zdrowie!

Franco Ziliani

Attenzione!:

non dimenticate di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
3 Commenti

3 Commenti

  1. antonio tomassini

    05/03/2018 at 11:37

    Molto bello, complimenti!

  2. Silvana Biasutti

    05/03/2018 at 19:58

    Suerte!

  3. FERDINANDO

    30/03/2018 at 14:49

    Si, mi piace… ma convince di più l’entusiasmo del “giovane” Franco. Auguri per il tuo bel lavoro nonché per le festività Pasquali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy