Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa
My Wine Notes

Champagne che passione!

Champagne Brut Réserve Palmer & C.

Pubblicato

il

Denominazione: Champagne
Metodo: classico
Uvaggio: Chardonnay, Pinot noir, Pinot Meunier
Fascia di prezzo: da 35 € a 50 €

Giudizio:
9


Continua la mia felicissima esplorazione nei territori della Maison Palmer & Co posta in rue Jacquart à Reims, meritoriamente importati in Italia da Vino & Design. Dopo il Rosé Réserve ed il Blanc de Noirs, oggetto di articoli ai quali vi rimando per la presentazione di questa esemplare Cave Coopérative nata nel 1948, forte di 320 soci e 415 ettari controllati, 200 dei quali sono vigneti classificati come grands e premiers crus nella zona della Montagne de Reims, a cui si aggiungono le vigne della Côte de Sézanne, della Côte des Bar e della Vallée de la Marne, per una quarantina di cru in totale.

Palmer & C. è una Maison che si è posta due regole fondamentali, rispetto assoluto della materia prima in ogni fase dell’elaborazione e un affinamento lungo, che è di tre anni minimo per il Brut Réserve, da cinque a otto annate per i millesimati, almeno dieci anni per i magnum, voglio proporre alla vostra attenzione quello che si potrebbe definire lo Champagne “base”, il Brut Réserve.

Si tratta di un non millesimato, da une Chardonnay, 50-55%, Pinot noir, 35-40%, Pinot Meunier, 10-15%, con una quota di vins de réserve che varia dal 25 al 35%.

Uno Champagne da vigneti Premier e Grands Cru della Montagne de Reims, che si affina minimo tre anni sui lieviti, che diventano da 5 a 6 per i magnum, e come Brut conosce un dosaggio degli zuccheri pari a 8 grammi litro.

La maison ama definire questo Champagne “signature intemporelle du style Palmer” (firma senza tempo, classica, dello stile Palmer), e in effetti questo Champagne caratterizza bene lo stile di questa Maison che fa dell’equilibrio, dell’armonia, della piacevolezza, la propria cifra distintiva.

Colore paglierino dorato, piuttosto intenso e luminoso, ricco di riflessi, perlage molto sottile e continuo, un fruscio delicato e setoso quando lo si versa nel bicchiere, sin dal primo contatto olfattivo si propone come una sorta di respiro che stimola la percezione di continue sensazioni, che variano dalla nocciola, nettissima, agli agrumi (pompelmo e mandarino), all’ananas, dalla pera alla pesca bianca, dalla mandorla a note di pasticceria che richiamano torrone, meringa, miele d’acacia, un leggero aroma di brioche.

La bocca viva, una carezza cremosa e leggermente croccante sul palato, dove la presenza delle bollicine si fa sentire con leggerezza e leggiadria, e poi un gusto sapido, minerale, lungo e persistente, con un equilibrio perfetto, una fantastica piacevolezza, fresca e briosa.

Un grande Champagne, da servire come aperitivo o portare a tavola abbinandolo ad antipasti e primi piatti a base di pesce o di verdure, a crostacei o secondi di pesce non elaborati.

Attenzione!:

non dimenticate di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

e Franco Ziliani blog http://www.francoziliani.blog/

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy