Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Degustazioni

Alta Langa Extra Brut 2016 Ettore Germano

Pubblicato

il

Dalle colline del Barolo un metodo classico con i controfiocchi

Capperi, come cresce l’Alta Langa, il metodo classico Docg made in Piemonte! Da una dozzina che erano oggi i produttori sono diventati quasi quaranta e potrebbero diventare ancora di più, portando la produzione dagli attuali circa due milioni di bottiglie a mezzo milione in più, se venisse modificata la piattaforma ampelografica che contempla solo Pinot nero e Chardonnay e venisse inserita tra le varietà autorizzate anche Re Nebbiolo. Che anche “bollicinato” con il metodo classico dimostra sempre di essere il Pelé delle uve, piemontesi e non.

Cresce come massa critica e cresce come qualità e accanto a Cocchi (ovvero Giulio Bava, eccellente produttore con i fratelli Roberto e Paolo in quel di Cocconato d’Asti), Fontanafredda, Valter Bera (eccellente moscatista) tra i produttori, piccoli, che per primi hanno creduto alle possibilità di questo “champenois” piemontese figura un grande nome del Barolo. Del Barolo di quel posto magico che è Serralunga d’Alba.

Sto parlando dell’azienda Ettore Germano e di Sergio, oggi conducator con la moglie Elena di questa bell’aziendina che produce vino da quattro generazioni, dal lontano 1856 (esattamente un secolo prima che il sottoscritto vedesse la luce) e che accanto ai vini classici dell’albese, i Barolo Serralunga, Barolo Cerretta, Barolo Prapò, Barolo riserva Lazzarito, ai Langhe Nebbiolo, Barbera d’Alba superiore, Dolcetto d’Alba, agli eccellenti bianchi, il Binel, la Nascetta ed uno dei migliori Riesling non solo piemontesi, ma italiani, ovvero l’Herzu, si sta specializzando anche nella produzione di vini con le bollicine. Targati Alta Langa, tranne un Rosé base N…..o di cui scriverò ben presto e che per i motivi esposti in apertura deve accontentarsi di presentarsi come Vsq.

Oggi di Sergio voglio proporvi il suo ormai collaudato Alta Langa Extra Brut, da uve Pinot nero e Chardonnay, da vigne impiantate nel 2000, 2009 e 2012, poste a 550 metri di altezza su terreno di medio impasto calcareo e pietroso, uve raccolte a mano in cassetta e 30 mesi minimo di affinamento sui lieviti. Al campione che ho degustato ho fatto in qualche modo “violenza” trattandosi di una sboccatura recente, ottobre 2019, ma pur consapevole che qualche mese in più (o meglio ancora un anno) avrebbe fatto solo bene a questo Extra Brut di Sergio (le sue sono bollicine con il passo del passista e non dello sprinter, e quindi niente effetti speciali e niente ruffianerie che del resto non si addicono alla personalità, tutta solidità, pochi fronzoli e tanta sostanza del produttore non ho resistito e ho stappato.

bty

Il risultato mi ha convinto senza se ne ma. Colore paglierino oro, perlage fine e continuo, naso secco, deciso, incisivo, energico, su note di mandorla, fiori secchi, mela verde, un accenno di miele, in bocca si propone, seppure ancora molto giovane, più largo e pieno che verticale, con una buona morbidezza e cremosità largo, pieno, strutturato, con una certa grassezza che dà peso e sostanza alla bolla e rende questo Extra Brut un Alta Langa decisamente gastronomico e non da giocare come aperitivo, magari “cazzeggiando” da Ciccio alla Vinoteca Centro storico nel cuore di Serralunga d’Alba.

Un Extra Brut che come stile avvicinerei di più a certi Oltrepò Pavese metodo classico ben fatti, (ad esempio quelli di Monsupello) che a tanti ben più furbetti e ruffiani prodotti in quella zona spumantistica bresciana di cui mi dimentico sempre il nome…

Avanti così Alta Langa e tu Sergio non avere premura di uscire con le tue bollicine nobilissime e lasciale ancora un po’ riposare in cantina…

Az. Agr. Germano Ettore di Germano
Località Cerretta, 1
12050 Serralunga d’Alba (Cn) – Italy
Tel +39 0173 613528
Fax+39 0173 613011
Email info@ettoregermano.com
sito Internet https://www.ettoregermano.com/

Attenzione!:

non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Daniele manini
Daniele manini
24/05/2020 13:27

Bello che in Alta Langa si facciano ottimi metodo classico, sarebbe bello mettere il Nebbiolo tra le possibilità.

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE











I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x