Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Giramenti di... bolle

Dedicata ad un noto produttore franciacortino

Pubblicato

il

Una canzone di Marco Masini, perché quanno ce vo’, ce vo’….

Lo so che è domenica, 19 luglio, fa caldo, la gente è in vacanza e magari beve Prosecco o qualche bolla mediocre che fa tanto Prestige.. Lo so che dovrei essere meno fumino, meno incazzoso, che certe cose non dovrei scriverle, ma me ne frego altamente, io sono fatto così e non cambio, e a quasi 64 anni posso solo peggiorare (o migliorare, a seconda di come la si veda…).

E allora in questo avvio di domenica voglio dedicare queste righe ad un notissimo produttore della Franciacorta. Sì, proprio quello che pensate, che riconoscerete facilmente, perché è il più noto, emblematico, capace e intelligente. Uno che fa la differenza…

Bene, a questo “Signore” che conosco, anzi, che credevo di conoscere, dal lontano 1984, la cui celeberrima cantina ho visto crescere e diventare sempre più straordinaria e celebre, come lui, nel mondo, voglio indirizzare questo pubblico messaggio.

Vedi, “caro” M., tu puoi anche essere ricco, famoso, potente, tifoso di una squadretta che è andata in B due volte, puoi anche produrre alcuni dei migliori metodo classico italiani (e anche qualche vino fermo non male) ma devi imparare l’educazione e a rispettare il sottoscritto.

Ieri per la terza volta quest’anno, in uno strano giochetto che forse ti divertirà ma a me ha fatto girare i…., mi hai mandato un sms, mi hai detto “posso chiamarti a quest’ora?”, e poi quando si trattava di chiamare sparisci e poi se ti chiamo io trovo la segreteria telefonica al tuo numero.

Io non capisco il senso di tutto questo, quale strana perversione o paturnia mentale (eppure sei del 1956 come me e non dovresti essere ancora rincoglionito…) ti porti a comportarti così con me, soprattutto a pochi giorni di distanza da un fior di articolo che ho dedicato a te e ad un tuo ottimo Franzacurta.

Cosa vuoi che ti dica, ci rinuncio, come rinuncio da anni a tentare di relazionarmi con la tua egolatria, il tuo culto di te, la tua presunzione di essere il migliore di tutti, il tuo esserti permesso, l’ultima volta che ci siamo parlati al telefono, di darmi dello “stronzo”. Per poi ignorarmi, ero in piedi alla tua sinistra, quando ci siamo trovati al funerale del Maestro Gualtiero Marchesi.

Tu fai quello che vuoi, con me hai chiuso, e dalla umile e proletaria Stezzano, Bergamo, non dalla Costa Smeralda, da Cortina o in quale altro posto da Vip dove ti trovi, ti dedico questa canzone di Marco Masini. Te la dedico di cuore, da ex amico. Piglia pesa incarta e porta a casa, signor M.!

Attenzione!:

non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
13 Commenti

13 Commenti

  1. Giovanni Bianchi

    19/07/2020 at 18:57

    caduta di stile Ziliani, una volta lei era culo e camicia con M.Z. e ora me lo manda pubblicamente aff?
    Non potevate risolvervi privatamente le vostre beghe e lei evitare questa uscita?
    Detto con simpatia e rispetto per quello che scrive, non sempre ma spesso

  2. Mauro

    19/07/2020 at 18:59

    Ho letto Franco, naturalmente non conosco i rapporti che hai avuto con M. nel corso di tutti questi anni ma mi sembra il peggior modo di farli finire, una caduta di stile. Non credo si debba reagire ad un torto o a una delusione e addirittura ad un dolore inalberando una reazione pubblica così virulenta, questo nonostante tutte le ragioni che tu possa avere, saper soffrire in silenzio è coraggio e forza d’animo nobile. Scusa se non ti approvo ma sono sempre tuo amico.

  3. Daniela Rossi

    19/07/2020 at 19:11

    nel bene o nel male sono queste le “zilianate” che mi fanno amare comunque quello che scrive, come lo scrive, anche quando magari, come stavolta, esagera.
    Grazie di esistere a Franco Ziliani, al misterioso M. che tutti credo abbiano capito chi sia, a Lemillebolleblog e Vino al vino!

  4. franciacortino

    19/07/2020 at 19:13

    da produttore franciacortino ti batto le mani perché hai saputo ricordare a quell’arrogante, bravo ma arrogante e pieno di sé, che anche se è un produttore ricco, importante e famoso nel mondo deve essere educato e rispettoso. Spesso, come non lo é stato con te lo é anche con i suoi colleghi e questo comincia a stancare
    brao!

    • Marco

      24/07/2020 at 11:57

      Bello nascondersi dietro uno pseudonimo…

      • Franco Ziliani

        26/07/2020 at 00:26

        Vaffanculo

  5. Marcello

    19/07/2020 at 19:15

    l’ha toccata piano il nostro Ziliani… Ma lo sa che quel cantante che ha scelto dicono porti sfiga? Occhio che potrebbe non solo temere la reazione di un incazzato mister M. ma la malasuerte.
    Comunque, tanto questo blog lo leggiamo in quattro gatti, voglio dirle avanti così!

  6. Antonio T.

    19/07/2020 at 20:07

    finché la Franciacorta ha foraggiato questo blog tu eri filo franciacorta e leccavi Zanella, ora che ti hanno mollato non perdi occasione per sparare su di loro. Ma non ti vergogni?

    • Franco Ziliani

      19/07/2020 at 20:13

      ora rispondo a lei, poi rispondo agli altri commenti.
      Non so se lei, che si firma Antonio T. sia un certo Antonio T.grassa e sozza palla di lardo che continua a scrivere di vino quando dovrebbe tornare alle elementari ad imparare l’italiano, o se sia qualche SERVO, in Franciacorta ce ne sono molti del sor M.
      In ogni caso lei si dimostra un IMBECILLE, perché quanto afferma non è vero. Non è vero che la Franciacorta abbia foraggiato questo blog, non so chi sia tale Zanella, e si riferisce al patron di Cà del Bosco la invito a rileggere decine di articoli che ho dedicato a lui ai suoi Franciacorta, alla sua persona. L’ultimo settimana scorsa.
      A Zanella e ad altri potenti produttori della zona spumantistica bresciana non ho risparmiato pesanti critiche. Se a lei sono sfuggite é perché é ignorante e in malafede. La canzunciella di Marco Masini ovviamente é dedicata anche a lei

    • Rosalba

      20/07/2020 at 06:24

      Nn è Marco Masini ha portare sfiga , il problema è la gente come lei che avendo paura della malasuerte sente bruciare la sua coda di paglia forse perché troppo sfigato dalla vita. DA UNO DEI QUATTRO GATTI

      • Franco Ziliani

        20/07/2020 at 11:15

        Rosalba, perché non torna a scuola così forse impara a scrivere in decente italiano? Io sfigato? Certo, non ho i tanti soldi del Signor M. ma io sono bene educato, anche se l’ho mandato aff…
        Sa cosa le dico? Ci mando anche lei..

    • Luigi Del Bianco

      20/07/2020 at 10:34

      Quando per mangiare si perde la dignità poi diventa difficile recuperarla. Purtroppo

      • Franco Ziliani

        20/07/2020 at 11:13

        Signor Del Bianco, ovviamente un nick name, mi spiega perché a suo dire avrei perso la dignità “per mangiare”? Perché ho scritto che quel vanaglorioso é un maleducato e l’ho mandato dove si merita?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy