Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Dicono di noi

Lemillebolleblog compie i suoi primi dieci anni

Pubblicato

il

Una sfida, una scommessa vinta, un impegno…

Me ne sono accorto solo questo pomeriggio, con un lampo improvviso nella mia memoria (“mah non era il 15 novembre del 2010?”) che oggi è una giornata un po’ particolare per me. E, ho la spudoratezza di credere, anche per gli appassionati delle bollicine prodotte con la tecnica della rifermentazione in bottiglia.

Oggi questo blog, Lemillebolleblog, compie i suoi primi 10 anni, spegne una candelina importante.

Giusto dieci anni fa, con questo post che vi invito a rileggere, e che auspicava “una nuova cultura del metodo classico”, nasceva, fu una sfida, un atto di coraggio, una scommessa, ma anche un atto di fiducia nei miei confronti da parte di una persona che conosco da soli 36 anni e con la quale ho condiviso tante cose, abbiamo persino baruffato e di recente abbiamo fatto la pace, ovvero Maurizio Zanella, il dominus di Cà del Bosco, uno che ha sempre avuto visioni e sogni e un cui progetto intelligente e lungimirante ho difeso dagli attacchi stupidi di ambientalisti fanatici, che insistette tanto fino a convincermi di varare un Vino al vino delle bollicine, questo blog.

Il nome, geniale, è stata l’invenzione di una persona speciale cui voglio bene nonostante tutto, una persona molto diversa da me o forse in fondo uguale (ecco perché non mi parla da sei mesi…) ovvero mia figlia Valentina, copy writer, musicista, critico musicale di grande valore, che se lo inventò un pomeriggio di dieci anni orsono.

Il resto, beh, è sangue sudore e lacrime, fatiche, gioie, tanti chilometri percorsi, tante bottiglie stappate, tanti bicchieri versate, tanta passione, amore, felicità (perché una grande bottiglia di metodo classico allieta i cuori e consola quando hai il morale sotto i tacchi) e un capitolo della mia vita che continua, giorno dopo giorno…

Che dire… Beh, non so se il progetto che mi prefiggevo lanciando dieci anni fa questo blog, un unicum nella piccola storia della comunicazione del vino sul Web, una storia che io ho iniziato con Wine Report sul finire dello scorso secolo, poi proseguito dal 2006 con Vino al vino e che mi vede, all’alba dei 64 anni compiuti, ancora qui, più determinato e barricadiero che mai, sia stato mantenuto.

Dieci anni fa (il 2010 fu un anno molto importante nella mia vita, e indimenticabile il periodo che andò da giugno in avanti) scrivevo: C’è ancora tanto da fare, da scrivere, da spiegare, per favorire in Italia lo sviluppo di una vera, normale, matura cultura e conoscenza del metodo classico, pardon, dei diversi metodo classico che vengono prodotti in zone che possono contare su una denominazione specifica per questa particolare tipologia di prodotto. Ed in altre dove i vini sono invece normali VSQ, oppure tipologie aggiuntive di Doc più note per i loro vini fermi. C’è da opporsi, innanzitutto, alla dilagante incultura che porta ad annullare differenze e peculiarità territoriali, storiche, stilistiche, organolettiche, facendole confluire nell’indistinto calderone presentato come “spumante italiano”.

E ancora:” Per contribuire a fare chiarezza, per chiamare le cose con il loro nome senza confusioni e pasticci e provare a favorire una crescita di cultura sicuramente necessaria e utile, ho pensato di creare, come spin-off del mio blog Vino al Vino un altro blog, animato dallo stesso spirito del blog originale, espressamente dedicato alle bollicine italiane”.

E prendevo un impegno preciso: cercherò di raccontarvi e farvi meglio conoscere, in un work in progress svolto post dopo post, di Franciacorta Docg, di Oltrepò Pavese Docg, di Trento Doc, Alta Langa Doc, Alto Adige Doc e di altri metodo classico prodotti, con svariate uve, in giro per l’Italia. E passando dai vini secchi alle bollicine dolci e semi dolci da vitigni aromatici, parlerò anche, raccontando come siano diversi dai primi, di Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Docg, di Valdobbiadene Superiore di Cartizze, di Prosecco Doc, di Asti e Moscato Docg. Chiamando ogni prodotto con il proprio nome, delineandone chiaramente le caratteristiche ed i pregi, senza alcuna confusione”.

Credo di aver mantenuto le promesse e di aver dato un contributo significativo alla crescita presso il consumatore di una migliore e più consapevole cultura del metodo classico.

Italiano e non, perché da appassionato quale sono (mi chiamo o non mi chiamo dunque Franco Ziliani come un omonimo geniale cui dedico un affettuoso omaggio?) non potevo non scrivere, come faccio sempre più spesso, e ve ne sarete accorti (e se ne sono accorti importanti importatori e distributori che ringrazio per il loro sostegno) di Champagne. Di sparkling wines spagnoli e di altre parti del mondo.

1666 articoli dopo, penso di aver rispettato la promessa, di aver fatto, con i miei limiti, con i miei pregi e difetti, il mio stile, i miei amori e le mie idiosincrasie, le mie antipatie e i miei innamoramenti improvvisi, la mia parte.

Missione compiuta, scommessa vinta, in alto i cuori e i calici e avanti così, con la tenacia e la passione, la curiosità e la disponibilità ad imparare, di sempre. A tutti voi che avete seguito e sostenuto Lemillebolleblog, anche nel periodo in cui, per i motivi che ho apertamente spiegato qui, non l’ho aggiornato, una vera e propria traversata nel deserto e un percorso difficile di ritrovamento, a tutti voi, i numeri lo dicono, che siete sempre di più a seguirlo, il più sincero e commosso grazie, dal profondo del mio cuore. Santé, prosit, cin cin, nazdrowie e ad maiora!

Attenzione!:

non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ e il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Emanuele
Emanuele
15/11/2020 22:45

Con la bottiglia di Cava che ho stappato stasera faccio un brindisi a lei e a lemillebolleblog! À la santé!!

Christine Lagardière
Christine Lagardière
15/11/2020 23:51

Monsieur Ziliani, mes félicitations pour les premiers dix ans de votre blog Aussi en Champagne, avec l’aide de Google translator, nous sommes désormais plusieurs à vour lire et à apprecier votre style très original et ce que vous faites pour la cause de nos Champagne. Vous etes un véritable ambassadeur de la Champagne en Italie et dans le monde entier. Merci

Prosecchista
Prosecchista
15/11/2020 23:55

in quanto produttore di Prosecco Doc sono un bersaglio naturale degli strali di Ziliani. Qui non capiamo cosa gli abbiamo fatto per farci così disprezzare da lui, Gira la voce che Ziliani anini fa abbia avuto una storia con una produttrice di Prosecco, che il marito abbia scoperto la cosa e sia venuto fuori un patatrac Da qui il disprezzo di Ziliani per il Prosecco.
Non so se questa cosa sia vera, ma, che dire, averne di Ziliani, che scrivano così bene di bollicine e sappiano raccontarne così bene la particolarità.
Auguri a Lemillebolleblog anche se so che l’autore non scriverà mai del mio Prosechin, come lo chiama lui… peccato

Richard White
Richard White
15/11/2020 23:58

I’m Richard from Chicago. Many congratulations for the 10 anniversary of Lemillebolleblog. Thanks for your articles about Italian bubbles that help me to discover and appreciate the greatness and the difference between so many different appellations of Italian sparkling wines.

John Wheaver
John Wheaver
16/11/2020 06:11

cheers from London, happy first ten years birthday of Lemillebolleblog Franco and many thanks foryour very interesting articles about Italian and French sparkling wines

Riccardo
Riccardo
16/11/2020 11:24

Intanto congratulazioni per un blog sempre interessantissimo, e poi una richiesta: un post sulla vita e la salute di un esperto di vini come Lei. Mi spiego meglio: come fa a sopravvivere a tutti gli assaggi? Fuori dal lavoro è totalmente astemio? Ha tre fegati? Contando che scrive, e beve, alla grande anche di rossi l’impegno fisico deve essere notevole. Mi creda non scherzo. Io bevo uno o due bicchieri al giorno al massimo, e sempre a pasto, e se bevessi di più inizierei ad accusare; fortunatamente faccio un altro lavoro 🙂 Ancora complimenti e un caro saluto.

GIOVANNI REMO
GIOVANNI REMO
16/11/2020 12:03

Tanti auguri, cento di questi anniversari.

Fabio
Fabio
16/11/2020 18:14

Auguri a Lemillebolleblog! Sempre un punto di riferimento per le bollicine metodo classico!

Manuel
16/11/2020 20:21

Tanti auguri Franco per l’obiettivo raggiunto,adesso che il blog ha fatto 10 anni sui lieviti lo possiamo stappare!!!oppure allunghiamo alla seconda plenitude!!!!

Ale
Ale
20/11/2020 01:41

Auguri per questo anniversario!
Mi piacerebbe, se non le dà molestia, leggere un suo commento sui primi articoli che ha pubblicato in questo blog, per capire un po’ come è cambiata la sua opinione o il mondo “sparkling” in questi 10 anni.

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE











I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

13
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x