Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Giramenti di... bolle

Champagne portoghese, ed eccovi servita la cazzata del mese

Pubblicato

il

L’imbecillità e la disinformazione bollicinara trionfano on line

Su alegher, l’imbecillità trionfa, non solo, pochettata, a Palazzo Chigi, in Parlamento, su Rai 3, dove ieri sera c’è stata una vergognosa puntata (guardatevela qui) di un programma, Report, (che ha preso di mira in maniera sozza e vergognosa, leggete qui, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che dovrebbe fare molta più attenzione ad imbarcare i proprio dirigenti) che una volta era una cosa seria, oggi è ormai scopertamente un programma politico al servizio di una precisa parte politica (alla faccia del cosiddetto servizio pubblico…), ma anche su giornali e testate on line.

In attesa di leggere l’ennesima cazzata di stagione, ovvero l’articolo scemo dove si parlerà per l’ennesima volta di “sorpasso dello spumante italiano sullo Champagne”, articoli nel migliore dei casi frutto di disinformazione, di un disinvolto uso di veline e comunicati stampa, in altri casi foraggiati dai prosecchisti, che cercano di darsi un tono e di apparire produttori di vini meno mediocri e cheap ciarlando di un primato delle bollicine che è solo in termini di bottiglie commercializzate, e fa benissimo David Pambianco a scrivere “non ha più senso celebrare, come ogni anno, la leadership italiana nella produzione di vino. Quello degli ettolitri è un aspetto quantitativo a cui non corrisponde un prestigio in termini di valore, come dimostrano gli ultimi dati Istat sull’export: l’Italia, durante i mesi più duri della pandemia, ha certamente contenuto i danni rispetto ai competitor, in particolare rispetto al vero leader che è la Francia, ma lo ha fatto agendo sulla leva del prezzo. Cioè, adottando evidenti politiche di ribasso”, ci becchiamo la mega cazzata di stagione.

Il parto, non so se solo banale o anche anale, è di uno sconosciuto e oscuro sito, denominato Proiezioni di borsa, che ho scoperto su Google news, che, guardate qui, punta su un titolo ad effetto “Lo Champagne a 10 euro che nessuno conosce e che stupirà tutti”, ma che non parla di Champagne, perché gli Champagne a 10 euro se esistono non sono degni di questo nome e fanno ca…e, bensì di uno spumante portoghese che viene dalla regione del Douro.

Lo stordito, oscuro autore di questa perla di stupidità, parte bene, riconoscendo che “i sommelier ci crocifiggerebbero. Champagne è solo quel vino che si produce nell’omonoma regione francese e che segue un preciso regolamento di produzione e vinificazione”, ma poi, preso dal delirio, dall’ignoranza, dalla stupidità, sostenendo “vogliamo parlare di metodo classico diverso dal solito”, scrive testualmente “champagne a 10 euro che nessuno conosce”. E poi, ancora, “lo champagne a 10 euro che nessuno conosce e che stupirà tutti si chiama “Raposeira”. Vinificato con pinot bianco, il “Raposeira” è una validissima alternativa allo champagne francese”.

A parte il fatto che anche i deficienti dovrebbero sapere che scrivere “champagne francese” è una scemata, una tautologia, come parlare di acqua bagnata, perché non esiste (oh Dio, qualcuno in Piemonte, che non nomino, perché ha la minaccia di querela facile, mesi fa aveva presentato un suo spumante, come uno “Champagne italiano”) uno Champagne spagnolo, neozelandese, argentino, ma presentare uno sparkling portoghese da dieci euro come “validissima alternativa allo champagne” dimostra che la stupidità umana è infinita.

E che alberga, non solo nella redazione, ormai orfana della Gabanelli, di Report (che pena, sor Ranucci, ridotto al ruolo di Katanga al servizio degli eredi del PCI e Lotta continua!), del Fattaccio quotidiano, di qualche blog del vino dedito ad Intra…lazzi, ma anche di un oscuro sito che farebbe bene a fare una cosa semplice: proiettarsi in qualche remota galassia e levarsi dalle…

Attenzione!: Non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ e il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Laura
Laura
08/12/2020 18:33

Gli champagne a meno di 10 euro esistono eccome . E sono champagne che 12 mesi fa erano venduti a circa 17 / 18 euro.

Laura
Laura
08/12/2020 21:10
Reply to  Franco Ziliani

Le mando a brevissimo x mail 2 champagne a meno di 10 euro e un cava a meno di 4 euro. Ci sono anche moltissimi metodo classico alsaziano a 5 euro.
Venduti in questi giorni presso i maggiori supermercati tedeschi. Non parliamo di 5000 bottiglie…
Per lavoro seguo in questo momento il mercato tedesco. Sono pressoché certo che offerte simili si trovano in molte altre nazioni.
Che fa, si fida ora?
Saluti

Armando
Armando
09/12/2020 09:00
Reply to  Franco Ziliani

Ma quindi? Esistono veramente champagne a meno di 10 euro? Clamoroso, nel caso.

Laura
Laura
09/12/2020 13:13
Reply to  Franco Ziliani

Ma vada un po a fare in culo Ziliani . Io mi occupo di ricerche di mercato. Che non hanno nulla a che fare col vino. Ho casualmente letto il suo articolo e l ho messa al corrente di situazione che lei non conosceva.
Non mi ha creduto, ha chiesto evidenze, le ho fornite…e ora io sono intellettualmente disonesta o al soldo di qualche produttore?
Ma sa che lei è veramente clamoroso? Mamma mia che tristezza.

PS. Quest anno ci sono decine di produttori di champagne che escono sul mercato con prezzi attorno ai 10 / 11 euro. Anche famosi. Le potrei anche fornire l’elenco ma direi che non ne vale la pena.

bevo_eno
bevo_eno
10/12/2020 15:13
Reply to  Franco Ziliani

e cosa doveva fare la sig.ra Laura, prima l ha tacciata di essere una venduta e di scrivere idiozie ha chiesto evidenze, gliele ha fornite e lei poi ha detto che altre zone fanno peggio. Ziliani dovrebbe sapere che la champagne (come tutte le grandi zone vinicole) è fatta di aziende grandi e piccole, serie e meno serie. Inoltre non è che un azienda che vende a basso prezzo deve essere considerata poco seria. Se rispetta il disciplinare che queste aziende si autoimpongono

bevo_eno
bevo_eno
10/12/2020 16:55
Reply to  Franco Ziliani

esatto lasciamo perdere perchè spiegare ad un giornalista cosa sia il Posizionamento di un prodotto sul mercato è difficile, forza inter

bevo_eno
bevo_eno
11/12/2020 18:28
Reply to  Franco Ziliani

lei che è un luminare talmente alto che insegna ad aziende come Ferrari o altre come si “dovrebbe” fare a vendere i vini, e a che prezzo, bhe non ha certo bisogno delle mie delucidazioni

Dimitrios Constantopulos
Dimitrios Constantopulos
18/01/2021 10:54

Buongiorno Direttore,
mi sono preso la briga di provare gli “champagne” portoghesi dopo aver letto l’articolo in questione.
Adesso posso tranquillamente affermare, anche se il dubbio lo avevo anche prima, che chi ha scritto l’articolo o non ha mai degustato uno Champagne o ha scritto per sentito dire, non è assolutamente possibile un paragone tra i due prodotti.
Mi permetto di aggiungere che gli spumanti portoghesi in questione non sono fatti male, ma hanno un residuo zuccherino molto alto nonostante siano dei brut.
Magari tra una cinquantina d’anni chissà…
Sempre complimenti per i suoi blog

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE









I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

16
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x