Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Discussioni

Franciacorta a prezzi sempre più corti, una spirale senza fine

Pubblicato

il

Ma era proprio il caso di aumentare ettari vitati e numero di bottiglie prodotte?

Non voglio apparire troppo feroce o in qualche modo incattivito nei confronti della zona spumantistica bresciana, cui in qualche modo sono legato, non foss’anche solo per il fatto che porto lo stesso nome e cognome del suo inventore, e che tra Monte Orfano e Lago d’Iseo, zona di cui scrivo (e magari dovrebbero essermene grati in tanti) da almeno 30 anni, ho ancora, incredibile ma vero, degli amici. Penso alla “banda” Cavalleri e Giuseppe Vezzoli ad Erbusco, ad Andrea Arici di Colline della Stella, a Ezio Maiolini ad Ome, per dire i primi che mi vengono in mente.

E magari anche i Gatti, di cui sono stato tra i primi a scrivere, nel lontano 1987, ma di cui non ho il bene di assaggiare una sola bottiglia da illo tempore, i conti Barzanò Barboglio, alias Il Mosnel, Elisabetta Abrami e figlio, i Vezzoli delle Quattro Terre, Andrea Costa di Barboglio de’ Gajoncelli, i fratelli Camossi, il dinamico duo di Le Vedute. E, non posso dimenticarlo, abbiamo fatto la pace di recente, il più intelligente di tutti, anche se ha un caratterino che te lo raccomando e tifa Bbbilan (ora anche il Monza del suo amico Galliani) ovvero Maurizio Zanella, deus ex machina di quella Cà del Bosco che per me e per tanti non è solo Prestige.

Questi buoni rapporti, con alcuni, ivi compreso Giuseppe Salvioni, ottimo amministratore delegato del Consorzio, con altri direi molto meno (loro mi disprezzano come io disprezzo loro…, forse perché ho detto che i loro vini sono noiosi e prevedibili, quando non mediocri, che hanno vigne in posti più adatti alla coltivazione del frumento, che se la tirano manco vendessero Champagne invece di spumante bresciano) non mi impediscono di raccontare le cose che vedo.

Ovvero che se anche ci sono Franciacorta eccellenti, aggiungo, e non vedo l’ora di stappare nei prossimi giorni, quelli, fantastici, di un vignaiolo umile come Guido Rizzini, che fa Franciacorta di assoluta finezza, tesi e croccanti, come piacciono a me, cresce, e non è un fenomeno legato solo all’imminenza del Natale e alla politica di prezzi corti e offertone della grande distribuzione, il numero di Franciacorta, di marchi sconosciuti e marchi ben noti, anzi notissimi, che finiscono sullo scaffale a prezzi di saldo. Quasi da Prosecco.

Ho già segnalato il prezzaccio, 8,29 euro, cui viene proposto il Brut Cuvée Imperiale della Guido Berlucchi e vari altri casi di calamenti di brache, e ultimo della serie, tra due giorni correrò ad acquistarne una bottiglia, arriveranno, scontate del 50%, a 8,49 euro invece di 16,98, le bottiglie di Brut, Satèn e Rosé dello “spumante Franciacorta Docg” di una new entry del club delle braghe calate, il marchio Santa Giulia.

bsh

Cosa dovrei fare di fronte allo spettacolo triste del volantino della catena Italmark che nel paginone di apertura della promozione del periodo chiave dell’anno, 16-31 dicembre, vede campeggiare un Franciacorta venduto a metà prezzo e proposto ad un prezzo appena più alto del Franciacorta della Guido Berlucchi? Che ha logiche industriali ormai, che capisco ma non seguo.

Di fronte a questa evidenza mi viene spontaneo, e non credo di essere un provocatore o nemico della zona spumantistica bresciana (come qualche imbecille mi accusa di essere) se lo faccio, chiedere ai produttori franciacortini: era proprio il caso continuare a piantare ettari di vigna, anche a bordo autostrada, arrivare ad avere 3100 ettari, crescere fino a superare la quota, importante, di venti milioni di bottiglie prodotte, per poi ridursi, come fa un numero crescente di soggetti, a svendere a prezzi da Prosecco?

Sono persuaso che queste domande sulla ratio di continuare a crescere, quando il mercato interno ristagna e l’export non sfonda e rimane sostanzialmente intorno al dieci per cento, e non ha grandissime prospettive di crescita, sicuramente non nel 2021, se le fanno in tanti. Consumatori, ma anche gli stessi produttori franciacortini…

Attenzione!: Non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ e il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo Attuati
Paolo Attuati
14/12/2020 22:46

Buonasera Ziliani,
concordo appieno con quanto da lei espresso in questo e in altri articoli sulla svendita di Trento DOC e Franciacorta. Vorrei cogliere l’occasione e dichiederLe cosa ne pensa della svendita di questi giorni, c/o la GDO, di uno Champagne come Moët & Chandon Impérial brut ad € 24.90. Champagne che in Francia, anche con sconto, non viene mai offerto a meno di 30 €.
Cordialità

Ale
Ale
14/12/2020 23:59

E questo problema della sovrapproduzione che fa abbassare i prezzi di vendita c’è anche per gli spumanti piemontesi:
https://www.doctorwine.it/firmato-doctorwine/firmato-dw/sos-moscato

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE









I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x