Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Champagne che passione!

Champagne Premier cru Brut Rosé Roger Pouillon

Pubblicato

il

  • Denominazione: Champagne
  • Metodo: classico
  • Uvaggio: Pinot noir
  • Giudizio: 5
1

Une délicate caresse champenoise pour voire la vie en rose. E en Rosé… I

Non so cosa mi succeda ultimamente, in verità lo so bene ma ho timore di confessarlo financo a me stesso, ma da qualche tempo mi scopro ad essere sorprendentemente ottimista e di buon umore, canto vecchie canzoni d’amore, sorrido, sogno (e non sono oscuri incubi ma sogni in technicolor) insomma sunt alegher e anche quando vado in bicicletta, cosa che faccio ogni giorno, anche quando piove, sento il cuore battere ad un ritmo inconsueto. Al ritmo di javanaise…

Vedo insomma tutto rosa, la vita in rosa, ci manca solo che indossi boxer rosa e semm a post.

E preso in questo mood, cosa posso fare se non stapparmi una bottiglia di un grande Champagne, ovviamente Rosé? Quoi de mieux? Volevo trattarmi bene qualche sera fa e ho scelto un Rosé di quelli, Pinot noir 100% e Rosé de macération (rosé de saignée) della tipologia che prediligo, di una Maison distribuita in Italia da Pellegrini (una garanzia) come R. Pouillon & fils, solo 7 ettari di vigna suddivisi in 40 parcelles che si trovano in terroir magici come Ay, Mareuil-sur-Ay, Mutigny, Epernay, una filosofia assolutamente non interventista in vigna e cantina, fermentazione svolta con lieviti indigeni e la scelta di completare la malolattica per apportare morbidezza e complessità alle cuvée. Uno Champagne Rosé dai prezzi umani, considerato che Callmewine lo propone a 57,50 euro.

bsh

Il percorso di questa Maison ha inizio nel 1947 a Mareuil sur Aÿ, un piccolo villaggio situato al centro della Grande Vallée de la Marne, quando Roger Pouillon, all’epoca vignaiolo presso un négociant di Champagne, decide di creare i suoi vini partendo dai pochi ettari dei vigneti di famiglia. In quasi 70 anni di storia Roger, suo figlio James e ora il nipote Fabrice hanno saputo sviluppare uno stile personale e un savoir faire riconosciuto.

Fabrice, entrato in azienda nel 1998, ha portato in vigna e cantina tecniche nuove rispettose dell’ambiente, in un regime che egli stesso ama definire di “coltura artigianale ragionata”, ispirato all’agricoltura biologica e biodinamica: niente chimica di sintesi, inerbimento tra i filari e lavoro in vigna a cavallo.

Nei vigneti sono presenti Chardonnay, Meunier e Pinot noir, la gamma comprende dieci cuvées oltre ad un coteaux champenois blanc, per un totale di circa 85.000 bottiglie prodotte, di cui il 30% viene esportato non solo in Europa, ma anche in USA, Giappone, Australia, Canada ed Emirati Arabi. Fabrice in cantina usa per la vinificazione e l’affinamento contenitori diversi, legno, argilla, cemento, vasche smaltate e sceglie per ogni cuvée l’élevage più adatto per “sublimare ogni terroir e portare struttura e complessità ai nostri Champagne”.

Con questo Rosé de macération, uve, Pinot noir 100% Premier Cru Mareuil sur Aÿ, della vendemmia 2016 più un 20% vins de réserve affinati en fûts de chêne, dosaggio giudizioso, è un Brut, a 7 grammi zucchero, di cui mi sono goduto un esemplare con sboccatura primo trimestre 2019, 30 mesi di affinamento sui lieviti, Fabrice Pouillon vuole esaltare l’espressione del frutto e lo fa non casualmente con il metodo “de saignèe o macération”, con una lenta macerazione delle bucce di pinot noir fino a 12 ore, prima della vinificazione per estrarre il colore profondo e gli aromi intensi.

Il risultato è un capolavoro di cremosa suadenza, uno Champagne che ti accarezza il palato e ti coccola, che regala dolcezza, tali sono la sua felicità espressiva, la sua immediatezza. La sua superba bontà…

Spettacolare il colore, tra il corallo e il melograno, fine e continuo il perlage, e subito, dal primo istante, coup de foudre, con un naso che è lampone e cassis, arance rosse sanguinelle e pompelmo rosa, sfumature floreali di rosa, un tocco appena accennato di pasticceria.

E poi che meraviglia al palato, un sussurro, une tendre caresse, parole d’amore sussurrate all’orecchio, succoso il gusto, ampio, dolcemente vinoso, carezzevole, pieno, con tutta la potenza del Pinot noir, e di Mareuil sur Aÿ!, e la morbidezza che regala piacevolezza estrema al gusto e ti manda, sorso dopo sorso, bicchiere dopo bicchiere, nel paradiso degli innamorati. Dello Champagne et oui, aussi de la vie… Buon sabato amici miei e viva la/lo Champagne!

p.s.

douce Femme aux cheveux rouges quand je pense à toi il y a de la musique, et quelle musique, dans mon coeur

Attenzione!:

Non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ e il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Barbara
Barbara
06/02/2021 17:39

Seconda dedica in pochi giorni ad una misteriosa “femme aux cheveux rouges”.
a Zilià diccelo che te sei innamorato di un rossa di capelli non vedente!
Solo una cieca te se po’ pija uno come te, anvedi porella che sfiga che c’ha quella.
Ma t’ha visto bene? E non é scappata?

Chiara
Chiara
06/02/2021 17:41

E’ ufficiale: lo Ziliani é in modalità innamorato. Dediche affettuose, canzoni d’amore, ci manca solo che le legga poesie d’amore come fa sempre con quelle che corteggia e siamo a posto.
Beh, auguri Franco e auguri soprattutto alla Signora, ne ha bisogno

oreste
oreste
09/02/2021 11:14

però che violenza, che squallore… non siete meno bestie degli uomini che accusate

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE











I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

4
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x