Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Discussioni

Ottimo il Giulio Ferrari ma applausi al Perlé Rosé

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio dopo qualche anno sono tornato in visita alle Cabtine Ferrari a Ravina di Trento.

A guidarmi un vecchio caro amico, l’uomo che nel lontano 1972 (io avevo 16 anni e con le bollicine bevevo solo chinotto o forse Lambrusco amabile) si inventò un mito, IL Giulio Ferrari riserva.

Sto parlando di Mauro Lunelli, banno di Camilla e Alessandro, oggi in pensione ma sempre coinvolto, con il nipote Marcello e lo chef de cave Ruben Larentis, nella creazione delle varie civées.

Grande e modernissima tecnologia in cantina indispensabile quando si producono sei milioni di bottiglie due terzi di tutto il Trento Doc.

E bollicine come sempre all’altezza. Spaziale il Giulio Ferrari riserva 2008, senza dubbio il re dei metodo classico italiani, ottimo il perlé Noir 2012, il Lunelli riserva non è il mio genere perché troppo surboisé.

Ma vogliamo spendere, per ora solo due parole à la volée, nei prossimi giorni diffusamente sullo splendore del Trento Doc Perlé Rosé 2015, per me il migliore Rosé metodo classico tricolore?

Un Rosé elegante, croccante, succoso, sapido che farebbe la sua grande figura se degustato insieme a molti Champagne Rosé.

Rendiamo merito ad una azienda simbolo del metodo classico italiano, un fiore all’occhiello del made in Italy enoico.

 

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo
Paolo
10/02/2021 08:53

Ha chiesto qcs sulle offerte natalizie a 9 euro?

Giuliano Fago Golfarelli
Giuliano Fago Golfarelli
10/02/2021 11:32

Sono assiduo lettore e collega. Oggi molti producono e distribuiscono alla meno peggio.
E tu ogni tanto lo dici e ti becchi la solita scomunica vinicola.
Conosco i fratelli Lunelli da 57 anni e quindi sono testimone del tempo. E’ utile ricordare che questo Rosè è il frutto di una lunga sperimentazione da parte di Mauro che me ne fece dono a Milano San Felice nel 1972 ….. Quindi, a te e ai lettori il giudizio.
Non ci si può improvvisare gourmant ma si deve essere onesti gourmet di vecchia data !
Come noi decisamente pochi !

Damiano
Damiano
11/02/2021 09:50

Ferrari altra macchina da guerra… (raro) esempio di azienda italiana poliedrica ed anche di sostanza, di numeri.
Quello che più mi impressiona è che riesce a mantenere 3 facce: quella per la GDO, quella per la fascia media e quella per l’alta gamma.
E tutte a mio parere con buoni risultati: vedo nei carrelli del supermercato tanti prodotti, vedo che nella fascia media la gente compra ed apprezza, e della fascia alta si sente sempre parlare bene (ed anche comprare… i Giulio nelle enoteche vanno via subito).
Secondo me nella fascia 25 ./. 45 euro troviamo i migliori come rapporto q/p., oltre quel limite devi davvero avere una marcia in più perchè la “concorrenza” esce con prodotti veramente interessanti.
Il marchio qualcuno lo riconosce come “generalista” per i volumi e per il fatto che vendono anche tanto in GDO… ma non fermiamoci lì, lavorano tanto e bene anche oltre gli scaffali del centro commerciale.
Ziliani, due parole sul Riserva Lunelli: immaginavo non fosse il Suo genere, il legno si sente eccome… e forse non è nemmeno nelle corde dei puristi dello Chardonnay trentino (apprezzato nelle sue migliori espressioni da una “pulizia” estrema).
Tuttavia… confesso che A ME MI piace perchè è una cosa trasgressiva, come mangiare i tortellini alla panna (sacrilegio… però dietro le porte chiuse succede SEMPRE), come guardare la partita in canottiera e mutande, come un amore fugace e clandestino del Venedrì sera…. quella bolla con quel legno è maledettamente ruffiana ma inebriante…. attenzione: può creare dipendenza (non fatelo con le amanti però).

Damiano
Damiano
12/02/2021 09:41
Reply to  Franco Ziliani

Veramente onoratissimo… La ringrazio molto per la considerazione ma sono assolutamente inadeguato allo scopo.
Non ho alcuna preparazione, nessuna formazione tecnica, alcuna conoscenza specifica, nessun corso da sommelier o similari… insomma zeru tituli come direbbe il nostro amico lusitano.
Detto ciò, anche l’esperienza da praticone è piuttosto limitata in quanto attiene alle cose che mi piacciono o che in un qualche modo m’interessano.
Qui vedo che il livello è alto… oltre naturalmente a Lei ed al bagaglio di esperienze che porta alla conoscenza dei lettori, si parla di e con persone veramente competenti… mica pizza e fichi (anzi… mica riesling e tagliatelle al ragù).
L’universo mondo vinocibocultura è molto affascinante, se possibile difendetelo dai potenziali sgrammaticati come il sottoscritto.
Un cordiale saluto.

Marco Redaelli
Marco Redaelli
15/02/2021 12:48

Dal basso della mia esperienza da sempre sostengo che il Giulio può tenere testa a quasi tutte le bollicine del mondo. D’accordissimo sul perlè rosè anche e soprattutto per il rapporto qualità prezzo davvero ottimo.

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE











I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

7
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x