Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Champagne che passione!

Giacomo Busulini ci presenta due Champagne di Francoise Bedel

Pubblicato

il

Un approccio particolare, biodinamico, alle bulles

Grande esperto di Champagne, Giacomo Busulini dopo averci presentato il Blanc de Blancs Coeur de Mesnil di Michel Gonet e il Blanc de Blancs Extra Brut Les Pierrières di Ulysse Collin, oggi ci presenta due cuvées di una vigneronne molto particolare, Francoise Bedel, che con il figlio Vincent realizza, in regime biodinamico dal 1998, Champagne molto particolari, non facili da capire, di cui ho qualche volta scritto, qui e poi l’ultima volta 4 mesi fa,  e che sono importati in Italia da Sarzi Amadé. Buona lettura!

Ho conosciuto Francoise Bedel all’evento “Le printemps des champagnes  – Terres et Vins de champagne” degustation des vins clairs 2016 et des champagnes – 9eme edition  il 24 avril 2017 al  Palais du Tau  à Reims.

Champagne Francoise Bedel “Dis, Vin Secret Extra-But”, alc.12%, vendemmia  2010, integrata da vini di riserva, varietà:  Pinot Meunier (90%), Chardonnay (5%), Pinot Nero (5%) , Territorio: Valle della Marna  – particelle situate nei pressi dei villaggi: Crouttes sur Marne, Charly sur Marne, Nanteuil sur Marne, Villiers-Saint-Denis, età dei vigneti: da 30 a 70 anni, suoli limosi e marnosi su base calcarea. L’obiettivo di Françoise e di suo figlio Vincent  Desaubau è quello di produrre vini che esprimano al massimo il carattere del terroir dal quale provengono le uve e, per ottenere questo risultato, hanno convertito il proprio Domaine alla coltura biodinamica nel 1998.

Vinificazione: I tre vitigni vengono pigiati singolarmente e separati secondo gli appezzamenti, fermentazione in botti di rovere (20%) e tini smaltati (80%), fermentazione malolattica 100%,  questa cuvée ha la particolarità di essere chiusa, per la presa di spuma, con un tappo di sughero, con la finalità di conferire ulteriore grassezza e potenza al vino. Affinamento sur lattes6 anni, sboccatura marzo 2017, Zucchero: 2,85 g / L, acidità totale: 4,40 g / L,  SO2 totale: 37 mg / L.

Note gustative: Colore: dorato, luminoso,  bollicine fini e vivaci, naso potente all’attacco con aromi di mela cotta con una vena di zucchero filato, dopo l’aerazione profumi agrumati con un tocco di pera, pesca bianca, rabarbaro, torrone, caramello al burro salato, ananas tostato e nocciole. Al palato è cremoso, di buon corpo e di notevole freschezza, ottimo richiamo al naso con un bel fruttato di mela renetta sottolineato da note di limone, una bella persistenza finale.

Abbinamenti : pollo arrosto con salsa al burro, quiche lorraine, sushi e sashimi, risotto cremoso ai funghi porcini, ricci di mare in gelatina di mele, tartare di salmone crema di avocado e mandorle tostate, crostata di Troyes con chaource e andouillette (salsiciotto a base di trippa e altri insaccati), grongo arrosto in salsa di champagne,  noci farcite con Langres (formaggio a pasta molle originario dell’altopiano delle Langres) e miele di castagno.

Musica di sottofondo: Thievery Corporation – Air batucada

https://youtu.be/O1zCZ7Y9mvg

Champagne Francoise BedelL’Ame de la Terre millésime 2006, alc.12%, blend di Pinot Meunier (90%), Chardonnay (5%) e Pinot Nero (5%), Terroir Valle della Marna – villaggi: Crouttes-Sur-Marne, Nanteuil-Sur-Marne, Charly-Sur-Marne, et Villiers-Saint-Denis, età degli impianti da 30 a 70 anni, suolo limoso e marno-calcareo, coltivazione in agricoltura biodinamica certificata Ecocert dal 1998.

Vinificazione: fermentazione naturale su lieviti indigeni in tini smaltati di acciaio (85%) e il rimanente in botti di rovere (15%). Fermentazione malolattica parziale, affinamento sui lieviti 10 anni, sboccatura novembre 2017. Dosaggio Extra Brut, zucchero 4,50 g/l., solforosa totale 65 mg/l., acidità totale 4,55 g/l.

Note gustative: colore giallo dorato con riflessi ambrati, bolle vivaci, effervescenza abbondante, naso complesso con note di miele di acacia, mela finemente caramellata, anacardi, pesca gialla, prugna, mimosa, pepe bianco, cumino e cardamomo, cannella, mandorle, fiori d’arancio, legno di sandalo, bocca ampio e vivace, cremoso e rotondo, teso e armonico, una esplosione di frutti rossi, agrumi e frutta secca, in una fine cornice speziata, finale lunghissimo dalla elegante freschezza minerale.

Abbinamenti : gamberi di fiume al pompelmo, carpaccio di noci di Saint Jacques su una gelatina di melone, poularde de Bresse tartufata con crema, tartare di capesante al tartufo, filetto di rombo al burro bianco e champagne, andouillettes di Troyes (salsicce di trippa di maiale) gratinate al chaource, anguilla arrosto in salsa di champagne, animelle croccanti su una fricassea di finferli mantecati, quaglia ripieni con uvetta e pinoli, quenelle di luccio in salsa Nantua, uramaki sushi rolls salmone e avocado.

Musica di sottofondo : “Piano Trio in E flat, op. 100 (secondo movimento)” – Franz Schubert

https://youtu.be/R7ixGAOwCiQ

Non dimenticate di leggere anche

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ e il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Damiano
Damiano
04/03/2021 13:17

Sentito dal solito amico esponente del “Meunierismo” (da non confondersi con l’anticonformista manierismo) il Dis, Vin Secret.
Lo ricordo piuttosto potente ma non rozzo, fa tanto PM classico con quella “frutteria”, complessivamente una buona bottiglia.
P.S.: qualcuno impedisca a questo signore di postare le foto balcone/bottiglia/bellissimobicchiere/sole/mare/palme… scatenano sentimenti inconfessabili!!!

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE









I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x