Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Notizie

Com’è decaduta la Formula Uno: un tempo festeggiavano a Champagne, oggi…

Pubblicato

il

Le Ferrari sempre più scarse, ma sorge un dubbio: non è che brindare a Ferrari porta sfiga?

Ieri, dopo mesi che ignoravo l’andamento delle corse (mi limitavo a leggere che Lewis Hamilton non aveva perso la sana abitudine di stracciare gli avversari) ho assistito davanti al teleschermo ad un gran premio di Formula Uno, quello del Portogallo.

Che palle! Come al solito il cannibale ha stravinto e come al solito le rosse di Maranello hanno fatto pena: sesto Leclerc e undicesimo Sainz. E le prospettive per il prosieguo del campionato, quello del 2020 ha visto il pur simpatico e arrembante Leclerc finire ottavo a 98 punti, non sono incoraggianti.

La classifica del Campionato di Formula Uno ad oggi dice:

Hamilton 69 punti

Verstappen 61 punti

Norris 37 punti

Bottas 32 punti

Leclerc quinto 28 punti

Sainz ottavo 14 punti

Mi vengono spontanee due considerazioni: oh mon Dieu, com’è diventata noiosa e come è decaduta la Formula Uno, chi riesce ad assistere più ad un intero gran premio?

La dimostrazione di tale decadimento l’abbiamo anche al momento delle premiazioni, un tempo i tre sul podio festeggiavano stapppando magnum di Champagne, oggi si devono accontentare dei pintoni di uno spumante italiano che vende regolarmente il suo base nella GDO a 8,90 euro e il cui approdo in Formula Uno è stato raccontato dai vertici dell’azienda in maniera non corrispondente al vero e prontamente smentito, indovinate da chi?

Per concludere: le Ferrari, parlo dei bolidi di Formula Uno, sono sempre più scarse: ma non è che brindare con uno spumante trentino invece che con Champagne alla scuderia Ferrari finisce con il portare sfiga?

Attenzione!:

Non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ e il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it e il mio nuovo canale You Tube https://www.youtube.com/channel/UCVXjB6pMu52N9Z3AZbgSEaA

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Samuele Zingoni
Samuele Zingoni
03/05/2021 21:17

Ciao Franco,
Non è che i due piloti della Ferrari vanno piano per non andare sul podio così evitano di bere il Ferrari vino? Leclerc è monegasco, a Montecarlo lo champagne va a fiumi il Ferrari vino non credo sappiano nemmeno cosa sia. Sulla F1 cosa vuoi dire, è diventata americana. Gli americani sono gente bravissima negli affari ma ha gusti pessimi in tutto, dal cibo, al vino all’arte alla musica… sono così, Ferrari paga quindi va bene, tanto non saprebbero distinguere un prosecco da uno champagne, io ci lavoro sono degli enoignoranti patentati.

Riccardo
Riccardo
04/05/2021 15:15

E di noi, che festeggiamo il diciannovesimo col Prosecco griffato, ne vogliamo parlare? Quando l’ho visto mi sono detto: “è la volta che Ziliani mi diventa BBilanista” 🙂 #amala

Renato villa
Renato villa
16/05/2021 18:50

I Lunelli svenderanno il base, vincono gare senza competitors…ma fanno acquisizioni interessanti

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE









I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

5
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x