Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Degustazioni

Südtiroler Sekt Extra Brut Arunda Vivaldi

Pubblicato

il

  • Denominazione: Alto Adige
  • Metodo: classico
  • Uvaggio: Chardonnay, Pinot nero
  • Giudizio: 4.5
1

Bollicine di montagna e il gusto ci guadagna…

Negli anni Ottanta ebbe un certo successo uno spot pubblicitario televisivo di una nota marca di caffè il cui claim recitava “caffè di montagna, il gusto ci guadagna”.

Non sono un esperto di caffè, ne sono un modesto consumatore, e non so se l’altitudine, la coltivazione in altezza possano influenzare il profilo gusto olfattivo della bevanda nata in Etiopia, ma leggo che una delle varietà più pregiate di caffè, giamaicana, ha le proprie piantagioni a oltre 2500 metri.

Venendo al vino, e ai metodo classico, materia che forse conosco meglio, è intuitivo, basta avere un briciolo di naso e palato (e di cultura enoica) per capire che vini espressione di vigne di collina, alta collina e montagna, presentino profili aromatici più interessanti, complessi e intriganti, rispetto a vini da vigne di pianure dove fino a pochi anni orsono si coltivava il frumento o pascolavano le vacche. Ogni riferimento ad una zona spumantistica lombarda è puramente casuale…

Champagne a parte (un universo a sé stante) è chiaro a tutti che con vigne di montagna il gusto ci guadagna, ma i vini traggono vantaggio anche quando oltre alle vigne, in montagna sono le cantine dove i vini si affinano.

La migliore dimostrazione di questo assunto, da oltre 40 anni a questa parte, dal lontano 1979, l’abbiamo da una Sektkellerei, Arunda – Vivaldi, ubicata in un paesino delizioso, Meltina, situato 15 chilometri a nord di Terlano, giusto al centro dello splendido Altopiano del Salto (autentico paradiso per chi ama fare lunghe passeggiate in montagna, tra scenari degni di Schubert e di Caspar David Friedrich), creata da Josef Reiterer (per noi amici semplicemente Sepp) e da sua moglie Marianne, compagna di una vita e Signora di raffinata eleganza.

Nel mondo del vino tutti conoscono, è persona di simpatia contagiosa, pur con la riservatezza e la misura tipica degli altoatesini, Reiterer e tutti hanno imparato ad apprezzare i suoi metodo classico (oggi ha superato le centomila bottiglie prodotte, distribuite in una gamma fin troppo ampia di cuvées) che lui ottiene non da vigne proprie, ma che da attento conoscitore dei terroir sudtirolesi e delle loro caratteristiche sa ben selezionare, orientandosi tradizionalmente su Appiano e Cornaiano per il Pinot bianco, la Bassa Atesina per il Pinot nero e lo Chardonnay, pescando poi uve con caratteristiche speciali da Terlano e dintorni.

Da un po’ di anni a dar manforte è subentrato il figlio Michael, che tutti chiamano simpaticamente Muggi e Michael non si accontenta di occuparsi della produzione delle bollicine ma, con indubbio talento, dipinge e parecchie delle sue opere, di carattere enoico e non, sono visibili nella piccola ma ben attrezzata cantina al centro del paese e conferiscono un tocco di ulteriore creatività e fantasia ad uno scenario che ha qualcosa di incantato e che mi ha colpito fin dalla prima volta, delle tantissime, che ci sono salito. Tornandoci a trascorrere per diversi anni le vacanze estive.

Una cuvée che mi ha sempre soddisfatto, ogni volta che l’ho bevuta, e che considero uno dei classici di Arunda, è l’Extra Brut, cuvée composta per l’80% da Chardonnay, per il 20% da Pinot Nero, uve provenienti da Terlano e Salorno – Pochi, su terreni granitici e calcarei, che si affina da 24 a 36 mesi sui lieviti e presenta un dosaggio di 6 grammi litro.

E così è accaduto ieri con un campione con dégorgement del marzo 2020. Colore paglierino oro brillante, perlage fine e continuo, e subito un naso fragrante, fresco, “luminoso”, aereo, giocato tra note di mela gialla, fiori bianchi, agrumi, sale e pietra, miele d’acacia e mandorla.

Ampio e ben strutturato al gusto, croccante, vivo, pieno di energia, di grande armonia e piacevolezza con persistenza lunga e bella pienezza di sapore.

Eh sì, con le bollicine di montagna, il gusto ci guadagna…

E non dimenticate di visitare anche:

Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ E il nuovo canale Youtube https://www.youtube.com/watch?v=MltATjzDhAs

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Damiano
Damiano
25/05/2021 23:09

Gentile Franco, che spettacolo l’Alto Adige.
Con i suoi fantastici panorami, i giardini curatissimi, i risotti ai finferli, quel simpatico italiano un po’ incerto, le stalle belle da farsi ammirare, i gatti affettuosi, il pensare locale & agire locale, la cultura dello sport….
Ma anche (belle) bolle: appunto come ha recentemente riproposto Arunda, Lorenz Martini, Haderburg, Kettmeir, ecc.
Aromi originali, mai piatti, con slanci nel vinoso elegante, profumi intensi e pieni, nobili ma amichevoli.
Non sono tantissimi ma vale assolutamente la pena provarli… Anche perché possiamo scoprire che a prezzi non esosi ci portiamo a casa bocce molto più interessanti di altre banalotte più alto(?)locate di prezzo simile.
A tal proposito comunicazione di servizio: se vi trovate a passare in Bozen Nord fermatevi a Winestore Bolzano (ad un attimo dall’uscita autostradale)… Ottima scelta di spumanti altoatesini (oltre naturalmente al resto dove però non mi sono concentrato).

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE









I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x