Seguici su
Attenzione: questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Continua Leggi l'informativa completa

Champagne che passione!

Champagne Shaman 12 Grand Cru Extra Brut Benoit Marguet

Pubblicato

il

Ho conosciuto Benoit Marguet, l’enfant terrible de la Champagne, vigneron biodinamico per fede e non per moda, il 23 aprile 2017 nel corso dell’ottava edizione dell’evento “Bulles Bio en Champagne”, allestito nel centro storico di Reims presso”Le Manege”,  teatro costruito nel 1865.

L’azienda di Benoit Marguet, quinta generazione di vignerons, nasce dall’unione di due maison: “Champagne Marguet” costituita intorno al 1875 e “Champagne Bonnerave Frères” fondata nel 1905. Nel 2005 la maison “Marguet-Bonnerave” con l’arrivo di Benoit inizia a conoscere un periodo di forte rinnovamento, cui si deve anche l’aggiornamento del nome della maison stessa in “Champagne Marguet Père et Fils”.

Da sempre sostenitore di una viticoltura il più possibile naturale, certificata biologica AB e biodinamica (Demeter) dal 2008, Benoit ha investito moltissimo nella cura dei suoi vigneti, età media di 42 anni, al fine di ottenere il massimo equilibrio e la miglior maturazione possibile di ciascun grappolo, direttamente in pianta.

Nessun prodotto di sintesi, trattamento esclusivo con composti organici, infusi, decotti di piante curative e aromaterapia (olio essenziale), su un totale di 8 ettari di proprietà, di cui 7,3 ettari dal Grand Cru di Ambonnay(Sud- est della montagna di Reims), lieux-dits: Les Saints Remys, Les Beurys, Les Crayères, La Grande Ruelle, Les Bermonts, Le Parc, e 0,7 ettari a Bouzy, lieux – dits: Les Loges, Les Hannepés. Terreno arato con due cavalli da tiro dal 2010, secondo Benoit i cavalli sono in connessione con 3 elementi del terroir: minerale (gesso) vegetale (vite e flora) e animale (fauna, umano).

Oltre alla raccolta delle proprie uve, Benoit acquista anche da coltivatori che la pensano allo stesso modo in altre zone dello Champagne come Verzy, Mareuil sur Ay, Cumières e Rilly la Montagne. Piccola realtà di nicchia con una produzione di circa 80.000 bottiglie, grazie a scrupolose attenzioni in vigna riesce a portare in cantina una materia prima eccellente per la produzione di Champagne strepitosi e di gran carattere, quest’ultimi lasciati completamente liberi di esprimersi vista l’assenza di dosaggi post sboccatura e i bassissimi contenuti di anidride solforosa che Benoit dichiara su ognuna delle sue etichette. In cantinatutte le parcelle vengono vinificate e affinate separatamente in barriques, usando la gravità naturale senza l’uso di pompe e travasi, la malolattica è svolta per tenere al minimo la SO2, Benoit decide di anno in anno la composizione delle cuvée.

Shaman 12 Grand Cru Extra Brut, alc.12,5%, frutto all’85% della   vendemmia 2012 e di un 15% di “vin de réserve”, blend di Pinot Noir (55%) e Chardonnay (45%), prima fermentazione in tini di rovere usati di diverse dimensioni con lieviti indigeni, imbottigliato nel mese di luglio 2013,  dégorgement: novembre 2016, senza aggiunta di solforosa, dosage: zero g/l.

Note gustative: colore giallo paglierino tendente al dorato, naso sentori di agrumi, frutta candita, crema pasticcera, miele, mandorle tostate,   il palato risulta di grande cremosità, morbido e avvolgente, richiamando aromi dolci di mele mature, frutti di bosco, vaniglia e pan brioches accompagnati da una rinfrescante e spiccata acidità agrumata chiusa da una lunga persistenza salina, la bollicina estremamente sottile contribuisce a farne risaltare la freschezza, finale lungo e affumicato.

Abbinamenti: tartare di salmone selvaggio affumicato al melograno,risotto ai frutti di mare, sushi e sashimi, anatra laccata alla pechinese, tagliatelle ai funghi porcini, ravioli di spinaci novelli al burro di noce moscata, formaggi a pasta molle (Camembert, Coulommiers, Munster, Epoisses, Mont d’Or).

Musica di sottofondo: “Sleep” – Amanaska – Circles album

Giacomo Busulini

Attenzione!:

Non dimenticate di leggere anche Vino al vino http://www.vinoalvino.org/ e il mio nuovo blog personale www.francoziliani.it e il mio nuovo canale You Tube https://www.youtube.com/channel/UCVXjB6pMu52N9Z3AZbgSEaA

Print Friendly, PDF & Email

Due brevi note di presentazione Sono nato a Milano nel 1956 e dal 1966 vivo in provincia di Bergamo. Giornalista pubblicista dal 1981, dal 1984, dopo aver collaborato, scrivendo di libri, cultura, musica classica e di cucina, a quotidiani come La Gazzetta di Parma, Il Giornale, La Gazzetta ticinese e Il Secolo d’Italia, mi occupo di vino. Per diciotto anni, sino all’ottobre 1997, sono stato direttore di una biblioteca civica. Continua a leggere ...

Continua a leggere
Fai click per commentare
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguimi su Facebook

SPAZIO PROMOZIONALE









I SUGGERIMENTI DI VINOCLIC


LEGGI IL MIO BLOG PERSONALE!

Tendenza

Autore: Franco Ziliani - P.IVA: 02585140169 - Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a Franco Ziliani, saranno subito rimosse.
Privacy Policy

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x